Recensioni per
Change of Heart
di Sagas

Questa storia ha ottenuto 125 recensioni.
Positive : 125
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
[Precedente] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 [Prossimo]
Recensore Master
23/09/17, ore 15:37
Cap. 12:

Care,
finalmente, dopo aver scodellato sul sito il mio ultimo obbrobrio, sono qui a commentarvi.
Un capitolo in cui, dopo l'azione, essenzialmente si tirano le fila di quanto accaduto. Si contano metaforicamente i morti, e si valuta quello che si è ottenuto dalla missione. Il tono del capitolo è tutto così, fa pensare a un polverone che finalmente si posa, permettendo di vedere cosa è rimasto, o cosa si è costruito.
Non mi abbandona l'idea che tutte queste persone così ciarliere, vedi quella che parla con Seimyn e quella che fa la svenevole con Richa, stiano in realtà cercando di ottenere qualcosa. Ma forse sarò io che sono particolarmente paranoico.
E voto a favore per una sbronza al povero Iro, che in effetti se la merita da un po'. Vi porto un messaggio del vostro John preferito: peccato non fargli compagnia...
Un capitolo come sempre molto bello, ma che ve lo dico a fare, siete bravissime e io vi adoro^^

Recensore Veterano
22/09/17, ore 17:54
Cap. 12:

Me voilà!
Ce l'ho fatta anche io. Purtroppo questo periodo è per me fin troppo incasinato: non potete capire quanto sia stato lontano dalla piattaforma negli ultimi giorni. Ho una marea di capitoli di lettura da recuperare, nella speranza che non trovi nessun autore disposto a linciarmi per l'attesa. Be', in quel caso, non gli converrebbe xD
In primis, non potevo che correre alla vostra bellissima storia. Ne sentivo la mancanza. E poi, un bel capitolo così pacato e rilassato, senza risse in secondo o primo piano, ma con una valenza abbastanza corposa di introspezione e rifinitura dei personaggi, mi è sicuramente piaciuto tantissimo. 

Nella prima parte, Iro Hivelin, tornato sano e salvo sulla HECO, fa rapporto alla nostra Heco di tutto ciò che è accaduto fuori dalla nave. Mi è piaciuta, in questo frangente, l'evoluzione del pensiero di Heco, un'intelligenza artificiale che dimostra di saper interagire con il suo equipaggio ogni volta che se ne presenta il bisogno e sempre nel migliore dei modi. Dire che Heco sia uno dei miei personaggi preferiti è ormai pleonastico, ma volevo spendere giusto due parole di riguardo circa la sua sempre più spiccata capacità di pensare razionalmente. 
Vediamo che Heco, in questa scena, forse anche per una dritta di Iro stesso, dimostra di aver rivalutato completamente la situazione in cui sono miseramente incappati. Ecco, è proprio nel fare ciò che la nostra Intelligenza Artificiale si dimostra molto critica: non solo decide di non agire più per uno scopo egoistico e personale - quello di cambiare semplicemente il suo corpo - ma dichiara di voler agire a favore del bene supremo dell'intera galassia, lasciando intuire che abbia posto in secondo piano i suoi scopi per dare più importanza all'eliminazione di un male comune e al ritrovamento di Shaliara per la sua famiglia.

Nel mentre veniamo a conoscenza di notizie nefaste e felici al tempo stesso. Rose sta sì bene, e pare essersi risvegliata, ma ciò non vuol dire che non abbia pagato il prezzo caro delle sue ferite di battaglia. Iro ha saputo che Rose ha definitivamente perso un bambino - di cui, per fortuna (sì, sono d'accordo con Iro) né Dax né lei sapevano qualcosa. Rose, inoltre, non potrà più concepire figli. Mi spiace per Iurus, devo ammetterlo. Sappiamo che la bambina è già molto sola: un fratello o una sorella avrebbero potuto probabilmente fare al caso suo, ma credo che ormai l'idea sia da obliterare.
Quel che mi auguro, dunque, è solo una cosa: che Dax e Rose possano amare maggiormente l'unica figlia che hanno e che possono sperare di avere ora. Non so, ma sarebbe molto poetico se, alla luce dei fatti, Dax sviluppasse un legame con la bambina - inteso anche come il potere a cui abbiamo assistito finora - più potente e grande. 

Vi segnalo, nel mentre, una piccola svista nella frase: "Sulle prime credevo che avremmo solo messo le mani su una tolvâ di Classe Otto, licenziata dalla corporazione senza un’evidente motivo" chiaramente sarebbe un evidente e non un’.

Nel contempo l'interrogatorio di Jadelyn Dregen rivela un po' di storia sulla nostra mercenaria spietata, senza peli sulla lingua e molto combattiva. Essa è una donna del popolo degli Steriji, a quanto pare votati alla spada sin dal momento della loro nascita, come sottolinea con una frase. Ecco il motivo, dunque, della sua affiliazione alle armi: nulla e nessuno potrebbe negare il fatto che Richa sia una mercenaria e una combattente coi controcosiddetti.
Mi spiace solo che la mercenaria non sia riuscita ad estorcere le informazioni che voleva sentire a quella ragazza prigioniera. Mi è sembrato anche strano - e molto curioso, lo ammetto - il fatto che non abbia mosso un muscolo e che sia stato anche fin troppo silenziosa, conoscendola. Sicuramente Heco le aveva dato delle ferree direttive: dubito che altrimenti se ne sarebbe stata sulle sue mentre una sconosciuta le dava della signorina e le viaggiava sulla pelle alla scoperta del suo passato e delle sue origini.

L'ultima parte ci mostra un ottimo ed introspettivo spaccato sul nostro giovane tecnico Seimyn. Mi era mancato anche lui, nello scorso capitolo.
Quello che ho subito notato è che, come aveva ben detto Iro - che non ne è affatto geloso... e questo l'ho adorato - pare proprio che Zafriya stia legando molto con il giovane. Pare quasi che tenti in tutti modi di sentirne il contatto fisico: lo notiamo nei ripetuti abbracci e nella sua frequenza nel poggiarsi sulle sue spalle. Non ci vedo proprio alcuna malizia in tutto ciò, devo dire la verità. E credo che anche Iro la veda come me. 
Sarà perché è evidente che Seimyn non ricambia, ma accetta e conforta come un babbo, sarà perché conosco uno squarcio del passato della ragazza, non posso che essere convinto del fatto che la piccola Zafriya sia affamata d'affetto. E' chiaro e piuttosto evidente che la giovane abbia delle notevoli mancanze: la sorella scomparsa, una madre poco vicina ed un padre assente... ci sta che stia cercando uno scoglio sul quale abbarbicarsi durante il caos del temporale: e che temporale, poi!
Seimyn continua a dimostrarsi capace di sminuire le sue capacità in ogni circostanza: non crede di essere forte tanto quanto la piccola Zafriya sostiene che sia. E non accetta nemmeno ringraziamenti da lei, tanto si dimostra essere umile e gentile. Seimyn, prima ancora che Heco cambiasse "schieramento", aveva già fatto la sua scelta: egli non combatte più per la HECO da un pezzo, ma per Shaliara Prael... e per tutta la sua famiglia. Tant'è (no?) che il capitolo si chiude proprio con la sua decisione di parlare del suo proposito al suo più caro comandante. 

Un altro capitolo splendido, bellissimo da leggere e per nulla noioso. Piano piano, questa storia sta gettando sulla tavola una serie infinita di cocci che mi sorprendono sempre e che trovo ogni volta più entusiasmante mettere insieme.
Non posso che rinnovare i miei complimenti, nell'attesa - gioisco - della pubblicazione di qualche immagine sui nostri eroi galattici. 
Ovviamente attendo con ansia il prossima aggiornamento :P
Un abbraccio <3
Makil_
 
(Recensione modificata il 22/09/2017 - 06:03 pm)

Recensore Junior
21/09/17, ore 21:31
Cap. 12:

Ciao ^^
In questo capitolo meno movimentato avete lasciato spazio alle riflessioni e ai sentimenti dei vari personaggi. Mi è piaciuto davvero moltissimo.
All'inizio abbiamo Heco e Iro che discutono della missione. L'Intelligenza Artificiale vuole sempre avere tutto sotto controllo, soprattutto quel che riguarda Silfur. Nessuno poteva immaginare che la missione di Seimyn e gli altri si sarebbe rivelata ben più pericolosa rispetto a quella del capitano, ma ovviamente Hivelin si sente in colpa per aver messo a rischio la vita dei suoi compagni.
Poi ci sono Dax e Rose che sono sempre molto teneri. Iro è riuscito a salvare la vita di Rose grazie al TRD, ma ciò non ha potuto evitare gravi conseguenze. Mi è piaciuto molto il rapporto tra i tre, uniti fino in fondo anche nelle difficoltà. Il capitano tiene veramente ai suoi amici, e per lui è deve essere stato davvero difficile affrontare una situazione così complicata.
Nel frattempo Richa ha trovato una ragazza tosta come ostaggio, che la sta mettendo a dura prova.
La parte con Seimyn e Zafriya è molto dolce, credo anche io che la ragazzina si sia presa una cotta per il nostro tecnico. E penso anche che a Seimyn faccia bene avere qualcuno con cui parlare e potersi confidare.
Insomma, la storia è sempre più intensa e ricca di particolari.
Vi faccio ancora tantissimi complimenti, alla prossima! :)

Recensore Veterano
21/09/17, ore 19:29
Cap. 12:

Sono in estasi!
Questo capitolo è stato bellissimo, così pieno di introspezione e di feels che ci ho sguazzato dentro.
Prima di tutto, mi mancava la presenza così forte di Iro, con i suoi pensieri sfacciati ma profondissimi, lo amo. Il suo rapporto con Dax e Rose è qualcosa di unico ed indescrivibile, descrivere i rapporti in "trio" è molto difficile ma voi siete fantastiche. La prima conversazione di Heco mi ha stranita, sembrava quasi insinuare che Iro non fosse intervenuto di proposito. Poi mi ha fatto ancora più strano il modo in cui ha chiesto consiglio ad Iro sul da farsi. Non lo so, qualcosa proprio non mi torna....Mi dispiace da morire che Rose abbia perso il bimbo, forse questo potrebbe portare degli sconvolgimenti, specialmente in Dax che con la storia di Iurus non mi sembra tanto in salute mentalmente parlando. 
Rose è sempre una spanna sopra, mi è piaciuto molto il dialogo tra lui e Rose, specialmente quando si dà da solo dell'idiota col cappello. Ma...davvero non sarebbe geloso di Seymin o lo dice solo per darsi un tono?
Appunto, parlando a Seymin (che vedo come un meraviglioso incrocio tra Jim del "pianeta del tesoro" e Mylo di "Atlantis") ad ogni capitolo mi piace sempre di più e sono felice che finalmente ci sia qualcuno capace di farlo sentire l'uomo coraggioso che è. La piccola Prael sembra ingenua ma in realtà è tanto perspicace e quei due stanno instaurando un rapporto molto dolce. 
Adesso passiamo a Jadelyn Dregen, la odio. Davvero, non la sopporto. Quando parla mi sembra di sentirla con una vocina smielosa e da finta svampita...spero che Richa sia la tipa tosta che si è sempre dimostrata e non caschi nella rete di quest'ammaliatrice.
In tutto ciò, non vedo l'ora di vedere le immagini <3

Recensore Junior
21/09/17, ore 17:26
Cap. 12:

Ciao,
Mmh, cosa può aver scoperto Shalia SULLA ORRIGAN DALLA compagnia GANTHABEL?
Questo sì che è un mistero. Facile scoprire cose sulla Orrigan se lavori per lei, ma se sei impiegato della GanthaBel...
E poi, uno della Orrigan l'ha aiutata? Io non mi fiderei del tutto. Magari l'ha fatto apposta a farla scappare. Per motivi oscuri, al momento.
Jadelyn Dreghen non mi torna. È troppo sicura, troppo viscida... o è una psi, o una cytech o appartiene a qualche altra categoria di persone iperdotate.
Per il momento mi complimento di come stat tenendo la faccenda misteriosa, ben fatto!
Buona continuazione
Aleksis

Recensore Master
21/09/17, ore 16:37
Cap. 12:

Eccomi ^^
... ... ... ... ... No :'( Povera Rose. Ha perso il fratello o sorella di Iurus. Questa è una tragedia, una tragedia assurda. Fossi in Iro farei un linciaggio collettivo dei due prigionieri, tanto Richa Dawnar ne è già stufa; dopo che hanno confessato, certo. Praticamente quelo coso per riparare i tessuti è una srota di AirBag/bomba, che a furia di usarlo ti rende un ominide in due dimensioni. Di qui spiegato, immmagino, l'uso limitato dei farmaci futuristici in qualsiasi sparatutto futuristico. 
Mi dispiace troppo per loro due. Specie per Dax, che darà di matto, visto che il suo legame con Iurus gli permette di capire chi sta mentendo. E se scopre che Iro sta mentendo... Prevedo una scazzottata Silfour 2.0 E qui la domanda: fa più male un Cytech o un Carath inc*****o a bestia? Rose sarebbe troppo sconvolta per fare subito da paciera, il che non salverà Iro; il che spiega l'avvicinamento di Seymin e della sorella di Shalia. Che Iro stia vivendo una delle ultime sbronze della sua vita? È un po' estrema come situazione, ma è certa almeno la possibilità che tra Iro e Dax possa verificarsi, se non una frattura, una temporanea distanza; che in questo momento decisivo potrebbe pagare :(
Su Richa che c'è da dire? Dura come sempre. Scopriamo però che il suo popolo è la versione Scavosj dell'universo: forti, ben piazzati e dedidti a strani rituali di iniziazione. E Richa è ben più giovane di quanto immaginassi.
Ma è la calama della prigioniera a destare qualche sospetto: non è che niente niente si è fatta catturare di proposito?
In ultimo sono due le considerazioni. Primo: il prologo è finito e la caccia è appena iniziata. Secondo: il racconto Heco potrebbe benissimo essere la narrazione che Seymin sta facendo alla giovane Prael; un po' come la teoria di Game of Thrones secondo cui tutto ciò non è altro che un racconto scritto da Samwell Tarly. Certo, antisgamo dire alla sorella della tolva che Heco è entrata in una tolva. Mai, ma dico mai nella vita, la famiglia Prael potrebbe associare il loro improvviso interesse per la rampolla a questa storia xD
Alla prossima (punto tutto su Dax che sverna Iro)
Spettro94

Recensore Veterano
21/09/17, ore 12:05
Cap. 12:

Un capitolo decisamente dolce-amaro, nel vero senso della parola. Innanzitutto per la presenza costante della Orrigan sullo sfondo, una specie di ombra malefica che incombe non solo sull'equipaggio della Heco, ma anche su tutta la galassia. Eh sì, perchè da quello che ho visto finora, questi qui della Orrigan mi sembrano persone spietate e prive di scrupoli. Non mi sorprenderebbe se avessero in mente di conquistare la galassia, o qualcosa del genere.

Amaro anche per quello che è successo alla povera Rose (a proposito, ventinove anni? Me la immaginavo più vecchia). Non solo è stata ferita, non solo sta passando le pene dell'inferno per guarire, ma ha anche abortito e non potrà più avere figli. Poverini davvero, lei e Dax. Viste le circostanze, ha fatto bene Iro a decidere di non dirgli tutto. Solitamente io sono per la verità a tutti i costi, ma in questo caso è meglio tenere la bocca chiusa.

Fortunatamente, c'è anche un pò di tenerezza. Mi riferisco ovviamente alla scena con Seimyn e Zafriya. Non credo che, come ha detto Iro, lei si sia presa una cotta per lui (anche perchè mi sembra un pò presto per dirlo), ma di certo ha iniziato a volergli bene e a provare un certo rispetto. Magari lui potrebbe farle da mentore/amico, in attesa di riunire la sventurata famiglia Prael. La cosa potrebbe far bene a entrambi.

E oltre a tutto questo, abbiamo anche avuto delle informazioni in più su Richa, grazie alla simpaticissima (quanto un grappolo di emorroidi) Jadelyn Dregen. E così, la Downar è una Sterja. Hmm, interessante. Credevo che fosse semplicemente un'umana non particolarmente bella. Questo spiegherebbe perchè Iro la definisce "roditore troppo cresciuto". E poi "Sono una Sterja per nascita e lama"...mi viene da pensare che gli Steriji siano un popolo guerriero, e che i loro bambini debbano affrontare un qualche tipo di combattimento rituale per entrare nella comunità degli adulti. In ogni caso, lo ripeto, è interessante.

Alla prossima settimana!

Recensore Junior
21/09/17, ore 11:58
Cap. 8:

Ciao care Sagas!
Allora, questo capitolo di viaggio mi è piaciuto, la truppa è in movimento e abbiamo due spaccati sulle diverse navi. Abbiamo modo di entrare meglio dentro l'equipaggio, sondarne i rapporti... Che è una cosa sempre interessante - quando viene fatta come si deve, e voi siete più che brave in questo, perciò è stato molto divertente!

Il gruppo Richa-Silfur-Iro è tutto un programma. Infatti il clima da squadra in ritiro scatta subito: Iro torna al suo atteggiamento da capitano (forse anche perchè meno schiacciato dalla presenza di Heco), riprende i toni da comandante, com'è giusto che sia. Senza mai smettere di essere la "faccia di culo" che Richa malsopporta. Tra l'altro fantastico lo scambio iniziale tra loro due, una bolla magica che era impossibile non trovare azzeccata e sorprendente allo stesso tempo! Soprattutto nella reazione interna/esterna di Richa. Ed è un elemento che ci fa capire anche che tipo di capitano sia Iro, al di là del sarcasmo e degli ordini... Sa cosa fare e cosa dire, a prescindere dalle simpatie personali, per portare a casa la missione. Ha chiare le priorità e agisce di conseguenza. Anche per questo è il capo, immagino. Per ciò che va oltre il carisma e la capacità di cavarsela sempre.

Mi piace un sacco anche la descrizione del carattere del meccanico. Nervosa, emotiva, ha un temperamento caldo, che quando ha a che fare con Silfur ha per forza qualche smottamento. Ho adorato il dettaglio della sua insicurezza di fronte al lavoro che deve fare (e il modo in cui si rassicura parlando da sola...): è semplice abbozzare un eroe tutto d'un pezzo senza sbecchi, senza tentennamenti... Più complesso è creare personaggi con più di una sfaccettatura. Per esempio con Nivel: si capisce che è tosta, ma questo non la esime da avere dei dubbi sulle proprie capacità. Ottimo lavoro, ragazze, veramente! Sono queste le cose che rendono una storia un racconto di valore.

Un appunto per la genialità della scena al tavolo, tutti riuniti. Gli scambi tra i personaggi sono pazzeschi, fanno ridere, sono informativi, coerenti con la trama, con i loro caratteri... Le scene di gruppo sono sempre difficili e voi avete reso quel passaggio con una naturalezza che mi fa una gran invidia! Era come un film. Perfetto. E ripeto, ho riso da matti, soprattutto per la battuta finale di Richa. (<3)

Sulla seconda parte torniamo ad analizzare il nostro Seymin e quel che gli sta succedendo, grazie al supporto di Rose. Una ragazza con i tatuaggi in faccia che sta con un Carath e che è così empatica da interessarsi al piccolo con uno stratagemma dolcissimo. Ho trovato adorabile che Iro si fosse confrontato con Dax e Rose, in cerca di aiuto. E che entrambi abbiano preso a cuore la situazione. Rose ha una visione più materna di quanto sta succedendo a Seymin e propone al suo compagno un'analisi sensibile, a cui Dax ha qualche difficoltà ad approcciarsi, probabilmente a causa del suo passato. Anche qui date al lettore qualche elemento in più sui personaggi senza mai scadere nel temibile spiegone killer.

Insomma: *applausi*
A presto!,
LRM

Recensore Master
21/09/17, ore 11:48
Cap. 12:

Allora, sento che ultimamente ho fatto commenti che non mi soddisfacevano. Questo perché i vostri capitoli sono esageratamente articolati e mi capita di dover perdere i pezzi e dover correre su e giù tra la storia e la sezione commenti come non faccio con nessun altro autore.

Non va bene. Non lo meritate.
Per questo motivo utilizzerò l'utile funzione "note" proprio per voi, dimostrando di essere capace di cliccare su un tasto e fare copia incolla anche io!

Cominciamo dal dialogo iniziale: Non ci sono notizie di Shaliara Prael negli archivi della Genthabel, che sono stati ben scannerizzati da Silfur. Immagino che Silfur abbia analizzato tutti i dati dei server principali ma una tecnomante come Shaliara potrebbe non essere stata registrata lì, ma in qualche server secondario non collegato in rete con gli altri e non scannerizzabile a distanza credo. Non darei direttamente alla Orrigan la colpa della mancanza dei dati, anche perché se la Orrigan sapesse sarebbe già arrivata a Shaliara e la loro ricerca sarebbe inutile.

Riguardo Rose: Era stata salvata in calcio d'angolo da un dispositivo "Deus Ex Machina" che ne ha evitato la morte. Il dettaglio del suo aborto spontaneo e della perdita di capacità di procreare però bilancia il costo di questo salvataggio, rendendo la situazione disperata agli occhi di noi lettori, è un ottimo tocco di stile per far sembrare la sua sofferenza palpabile. Dopo aggiungete anche dettagli sul dolore atroce che il TRD comporta, rimarcando doppiamente quanto questa tecnologia abbia effetti collaterali terribili.

Riguardo la ricerca di Shaliara Prael: Perché La Orrigan l'ha lasciata in vita se conosce qualche segreto in grado di distruggere davvero la corporazione? La ragazza è così brava da non farsi trovare, questo è vero, ma la corporazione potrebbe avere altre persone come lei, forse addirittura più potenti, per scannerizzare interi mondi in cerca di lei. E soprattutto, che genere di segreto potrebbe mettere in ginocchio una corporazione? Esiste un'autorità galattica? Un impero o un senato a cui la Orrigan deve fare rapporto? o è l'equivalente di un moderno stato nazionale organizzato su base corporativa?

"Da che razza di meticciato incongruente sei venuta fuori…? Le domandò mentalmente Richa, trattenendo un ringhio all’ennesimo sorriso sornione di quella tizia. " Il meticciato incongruente è l'insulto più bello della settimana. Per il resto: tutto il discorso con Jadelyn è davvero surreale, e mi fa pensare che questo personaggio sarà più di una breve comparsa e che Richa tornerà davvero a trovarla.

E poi c'è la parte finale: Seimyn è vicinissimo al tradimento. Potrebbe rivelare che Heco vuole utilizzare Shaliara come un nuovo vestito da indossare e come un'interfaccia migliore. Ed è ancora combattuto, ma presto, se stringe ancora il rapporto con la sorella di lei, non riuscirà più a trattenersi credo, cagionando una serie di eventi critici che potrebbero portare alla distruzione interna dell'equipaggio: Hivelin starebbe sicuramente con Seimyn, mentre un Silfur sicuramente con Heco e su personaggi come Tres, Rycha e gli altri ho davvero tanti dubbi. Sarebbe un vero e proprio caos.

Sono davvero curioso di vedere come proseguirà.
Bravissime, non vi scoraggiate perché questa storia merita tantissimo.

Morgengabe

Recensore Master
18/09/17, ore 19:35
Cap. 11:

Buonasera carissime ragazze, finalmente stasera riesco a leggere questo capitolo, meglio tardi che mai!
Dax e Rose spiegano la situazione alla famiglia Prael, purtroppo gli inseguitori li trovano, quindi Dax e Rose escono allo scoperto cercando di depistarli. Il Carath si è preoccupato tantissimo per la compagna quando l'ha sentita urlare e ammetto che è venuto un colpo anche a me!
Per fortuna Iro e Silfur sono arrivati in tempo! Dax mi ha commosso, anche la sua preoccupazione nonostante Hivelin lo avesse rassicurato che funziona e il loro abbraccio alla fine è troppo dolcioso *-*
Richa libera Seimyn e Zafriya che ovviamente a stare nascosti nell'armadio hanno perso i sensi a causa della mancanza d'ossigeno. Il giovane tecnico si rilassa quando la mercenaria lo informa che Iro è in giro a recuperare gli altri.
Nivel non si fida a sistemare il Cytech dopo i colpi di blaster e quindi se ne occupa Tres appena Silfur fa ritorno sulla Heco.
Conosciamo Asran il fratello di Tres, lei si mette in ordine apposta per lui, è trapelato quanto Asran tiene alla sorella minore, anche perché le ha fatto promettere di non ricordare della miniera, perché è di un periodo non troppo bello della loro vita.
Richa li raggiunge poco dopo e quando Tres sta per cambiarsi, la mercenaria porta la meccanica a fare il cambio abito lontano dagli occhi di Silfur, perché gli ricorda che non deve farlo davanti ad altre persone. Una volta finita la manutenzione il Cytech si "addormenta" e Richa raggiunge Heco, per parlare dei due prigionieri.
Vi segnalo questa frase: "«Ne avevo sentito parlare anche io.» Commentò poi. «Sta bene. Vi porteremo lì.» " penso doveva essere "Va bene. Vi porteremo lì" o forse è solo una mia impressione.
Tantissimi complimenti, siete sempre bravissime e riuscite a scrivere capitolo fantastici!
Un abbraccio! <3

P.S. Avrei una domanda e spero di non essere indiscreta... al limite ditemi chiaramente di farmi gli affari miei e/o che non mi devo azzardare a fare domande simili, che sono troppo curiosa e di tornare nel mio angolino (?) u.u
Come mai per Hungry Face ci sono sempre i disegni dei vari personaggi, mentre per Wizard Motor non ne ho mai visto nemmeno uno?
P.S.2. Non mi picchiate, please! ç_ç

Recensore Junior
17/09/17, ore 03:43
Cap. 7:

Ri-eccomi!

Allora, nella prima parte approfondiamo la conoscenza di Dax, e devo ammettere che questo personaggio mi piace sempre di più. Lo scorcio sulla figlia poi, non me lo aspettavo per niente! Geniale l'idea che lui abbia queste visioni ricorrenti così vivide da sembrare reali, di questa bambina che lui può solo immaginare... E' un passaggio struggente e meraviglioso, pieno di nostalgia e tenerezza...
Non mi è ancora chiarissimo cosa significhi essere uno psi, ma presumo diventerà più evidente nel tempo.
Il suo rapporto con Rose è come al solito adorabile. Lei sembra davvero tosta, ma tra loro c'è una complicità e una comprensione da veri compagni di vita, da partner in crime (^^) che condividono un'esistenza avventurosa e quantomeno particolare...
Carino che Rose abbia un trascorso con Iro! Anche se immagino sia stato di poco conto, visto come si sono allineati ora i rapporti tra i tre.
Lo scambio tra Dax e Iro è stato efficace, e quando il capitano ci ragiona "col senno di poi", comprendendo le intenzioni del Carath... è stata una bella mossa!

E infine ritroviamo il nostro Seymin e i suoi (comprensibili) turbamenti... Dolcissimo che Iro si dia ripetutamente del coglione, questo ragazzino con i capelli lunghi e chiari gli ha davvero toccato il cuore! Anche con i suoi atteggiamenti spesso schivi: «C’è la forte probabilità che non risulterò credibile.» - Giuro che avrei potuto sentire il suono delle sue parole polemiche! Fantastico.

Se l'effetto della caffeina mi facesse il favore di attivarsi potrei anche leggere il prossimo capitolo, anche se al momento mi si incrociano gli occhi.
A presto!,
LRM

PS. Ma quindi uffa insomma Silfur non incontra Tres ancora per un bel po', vero? (...) Mannaggia!

Recensore Junior
17/09/17, ore 03:03
Cap. 6:

Buonasera, care Sagas!
Allora, visto che il capitolo era corposo mentre leggevo mi sono presa qualche appunto, ora vediamo se riesco a decifrare cos'ho scritto ^^

Cominciamo dalla fine.
Innanzitutto, sapete che ogni scena Iro/Seymin mi fa felice, perciò ecco, sono felice. Inoltre questo scambio tra loro è forse il più intenso che ci avete presentato finora. Per una serie di ragioni, e penso che il fatto che finalmente facciamo l'amore sia l'ultima (!). Ancora più importante è ciò che accade prima. I dubbi di Seymin, il suo sentirsi sempre così piccolo rispetto al capitano (circa dieci anni di differenza + vita assurdamente rocambolesca di Iro vs. vita tranquilla di Seymin + stazza fisica), il suo essere fondamentalmente nuovo a tutto quello che gli sta capitando: l'attrazione, il desiderio, l'incertezza su quel che l'altro vuole/prova, le insicurezze, specie con qualcuno di più grande di noi... Penso che ci siamo tutti sentiti così, almeno una volta nella vita, alla prime armi e del tutto inconsapevoli di cosa fare. Avete riportato un'esperienza universale con tratti distinguibili, efficaci: empatizziamo subito con Seymin e le sue frasi scorrono dalla sua mente e le sue labbra con una coerenza pazzesca! Bravissime.

Ho adorato questo passaggio: "Arricciò il viso in una smorfia e si mordicchiò l’interno della guancia, studiando la reazione sul volto dell’altro, che però sembrava aver fatto un efficace sforzo per restare sostanzialmente impassibile." Fotografa i due personaggi, il loro carattere e l'atteggiamento che li contraddistingue in appena una frase. TOP.

E il momento in cui Hivelin dice a Seymin che quanto gli aveva detto era la più bella dichiarazione d'amore che avesse mai ricevuto? CIOE', brividi, ragazze, BRIVIDI.

E poi la scena clou: costruita a puntino. La passione, la complicità... e lo spezzarsi di quell'armonia così naturale con i ricordi traumatici di Seymin che tornano a farsi vivi. La reazione del ragazzo è straziante: non vuole smettere, non vuole fermarsi, e fa del suo meglio per "restare nel momento", per viverlo al di là del dolore e della confusione... Allo stesso tempo nascondendolo a Iro (che ne ha comunque sentore, ovviamente). Molto bello che lui trattenga tutto dentro di sè e scoppi appena resta solo, che senta la necessità di nascondersi, isolarsi... Avete fatto bene a non liquidare la questione con un "Non mi ricordo quasi nulla", perché avrebbe smorzato una cosa troppo grande e significativa, che deve aver attecchito sia sul personaggio di Seymin sia di conseguenza nella sua relazione con Iro. Bravissime (l'ho già detto?).

Poi, facendo un salto all'indietro, non posso esimermi dal fare un piccolo appunto su Richa (cara), anche se più che su di lei la nota è su Silfur (no, ancora non mi sono ripresa dal capitolo precedente): fantastico il passaggio in cui il Cytech esamina la reazione fisica della mercenaria per comprenderne le emozioni. E non trova nulla, perché lei è capace di dissimulare perfettamente, tranne un microscopico particolare che solo uno come lui può vedere. Bello, grazie, ancora.

Va bene, le mie recensioni diventano sempre più lunghe, possiamo inventarci una safeword per quando siete stufe di sentirmi ciarlare.
Al prossimo!,
LMR

PS. «Lo sai che ho un debole per le costatazioni ovvie.» Riecco il nostro Iro e i suoi modi di esprimersi più unici che rari <3

PPS. AH! "Intelligibile": se ho capito bene Richa dice qualcosa che NON si comprende appieno. Quindi in realtà sarebbe il contrario di "intelligibile" - oppure non c'ho capito niente io -.-
(Recensione modificata il 17/09/2017 - 03:09 am)

Recensore Master
15/09/17, ore 12:57
Cap. 11:

Ok. da dove cominciare in questo capitolo assurdamente bello?

Cominciamo con Dax: tenta di fare di tutto, davvero di tutto, per salvare le due ragazze che sono con lui e per aiutare Rose. Ma i militari sono troppi e malgrado le sue abilità ai limiti dell'incredibile finisce disarmato e catturato. E sta per essere giustiziato quando, in un momento davvero Catartico, arriva Silfur a salvare la situazione. Il rapporto tra Dax e il Cytech non potrà che migliorare tantissimo ora, dato che un gesto talmente altruista - anche se sicuramente Silfur avrà fatto i suoi calcoli da bravo computer prima di farlo - non può che colpire un alieno come Dax. E dopo Rose viene salvata miracolosamente, grazie ad una tecnologia molto figa, questi TDA!

Dall'altra parte Seymin era quello con meno capacità di tirarsi fuori dai guai, perlomeno questa volta, e viene fortunosamente trascinato fuori dalla stiva in cui stava per morire per via della poca aria da Richa Dawnar. A quanto pare lei e Hivelin hanno risposto rapidissimamente alla chiamata, evitando il peggio.

Nella parte finale facciamo conoscenza di Asran Hilks, il marito di Tres, un uomo che vive una vita avventurosa molto lontano dalla sua bella. Il loro rapporto è davvero interessante e difficile, ma sicuramente non potrà essere facile una relazione a distanza di questo "tipo". Questo ci racconta anche che nel mondo c'è una comunicazione così veloce da permettere di comunicare senza lag anche a diversi sistemi solari di distanza,non me l'aspettavo e mi fa piacere saperlo.

Altra cosa interessante: Silfur prova pulsioni come la vergogna, o l'eccitazione sessuale? Non me l'aspettavo e sono curioso di saperne di più!

E ora. Non resta niente da fare se non interrogare le nuove ospiti. :)

Al prossimo capitolo
Morgengabe

Recensore Veterano
14/09/17, ore 17:31
Cap. 11:

E rieccomi qui, anche oggi, a recensire una nuova avventura di questo allegro gruppo di simpaticoni spaziali. Vedo che, anche in questo capitolo, ne hanno passate di tutti i colori.

Inizio esprimendo il mio apprezzamento per mamma Prael. Sarà anche comparsa solo poche volte, e ha parlato ancora meno, eppure non so perchè ma mi ha colpito particolarmente. Ho sorriso come uno scemo quando chiedeva come facessero le sue care figliole a saper sparare, e soprattutto quando mi sono immaginato l'espressione che deve aver avuto quando ha scoperto il loro vero mestiere. Ahi ahi ahi, prima o poi certi segreti vengono a galla. Mega-cazziatone rotante in arrivo!

Ma il momento di ilarità è stato subito rimpiazzato da uno di adrenalina. Prima una cara, vecchia sparatoria, e poi...bum! Rose è stata ferita! Vi confesso che per un attimo ho temuto il peggio, continuavo a pensare "Ecco, adesso tirerà le cuoia" (sono un pessimista cronico), e invece fortunatamente è intervenuto Iro in veste di Deus Ex Machina, con un marchingegno (che avrà sicuramente rubato) che l'ha salvata. E in più, Silfur ha finalmente cominciato a rendersi utile, staccando arti qua e là e in generale facendo un culo così al nemico. Mi sa che la Signora non ha sbagliato, quando gli ha chiesto di unirsi a loro.

Certo però che Richa poteva anche farsi una padellata di cazzi suoi. Tres non si fa problemi a cambiarsi davanti alla gente, e tu che fai? Le dici che non può? E che cazzo, ma perchè devi rovinare tutto?

Comunque, sempre riguardo a Tres, ho avuto la conferma che nessuno, in quest'equipaggio, ha avuto un passato allegro. C'è chi ha fatto la fame, chi ha rischiato la morte quotidianamente, chi, come Seimyn, si è dovuto allontanare dal suo pianeta per motivi di sovrappopolazione. Tres invece ha lavorato in miniera (non certo un lavoro facile), e immagino che sia successo quando era poco più di una bambina, ha perso un amico (da come lei e Asran ne parlavano, immagino che fosse molto legata a questo Nacre, e visto che era un Cytech spiegherebbe perchè è così bendisposta verso Silfur) e non ha neanche la possibilità di stare col fratello. Dico, ma che accanimento! Nemmeno io sono così crudele con i miei personaggi.

E adesso sull'astronave ci sono anche due prigionieri da interrogare. Sicuramente avranno delle informazioni utili. Bravo, Hivelin. Allora c'è un cervello funzionante, in quel tuo cranio.

Per oggi è tutto. Alla prossima!

PS: Quasi dimenticavo: teoricamente, sarebbe possibile fare in modo che un Cytech provi emozioni? Che so, magari con un chip speciale, o con una modifica al cervello.

Recensore Veterano
14/09/17, ore 16:52
Cap. 11:

Ma salve bellezze <3
Lo scorso capitolo mi era piaciuto tantissimo ma questo non è assolutamente da meno. Visto come sto iniziando a masticare bene anche i capitoli action? Beh, è semplice grazie alle vostre bellissime storie. Ormai mi sento un po' parte di questo mondo galattico.
La protagonista dei miei colpi al cuore in questo capitolo è stata senza dubbio Rose (non so se vi ho mai detto che per via dei tatuaggi sul viso la mia mente la associa ad Emori di The 100).
Ho apprezzato ancora più del solito il suo personaggio nelle prime righe del capitolo, è emersa una sua particolare sensibilità di donna nel modo in cui riesce ad interagire con le Prael. Subito dopo aver finito di pensare "Adoro questo personaggio che sta uscendo sempre più fuori con la sua dolcezza e sensibilità ma allo stesso tempo con delle belle spalle larghe" mi avete fatto venire un colpo, ho seriamente pensato che l'avreste uccisa (assassine ahaha) e non so se ve lo avrei mai perdonate. Invece, ringraziamo tutti "Old fashioned" per la sua ivenzione salva vita (e anche un po' Iro, dai).
Poi, secondo personaggio preferito di questo capitolo è senza dubbio Tres, quando dice a Silfur che il fatto che sia grande e forte non vuol dire che lo devono ferire mi ha commossa, davvero.
Ora resta il grande interrogativo: Shippo Silfur più con Tres o più con Richa?  

[Precedente] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 [Prossimo]