Recensioni per
De Illusionibus
di Ophelia_Roux

Questa storia ha ottenuto 2 recensioni.
Positive : 2
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Nuovo recensore
22/09/17, ore 20:19

Recensioni "Il Cantastorie": De Illusionibus

- Attinenza al contest utilizzo del pacchetto:
//"Cassi, che le prende? Guardi, già che c'è, vada a prendermi un caffè, tanto sa come lo voglio"- sebbene avessi voluto rispondergli in modo tutt'altro che pacato, caro insensibile maschilista sottone e con autostima interiore pari a zero, mi limitai ad alzare lievemente un sopracciglio, mentre l'intuizione geniale non vedeva l'ora di uscire dalla mia bocca.
"È assurdo, lo so, ma credo di aver trovato l'ultimo pezzo mancante. Non abbiamo mai messo in gioco il fattore dell' LSD, un potente allucinogeno che distorce la percezione della realtà da parte delle vittime. Secondo un teorema che studiai al liceo..."- "Cassi! Tra sei ore una persona morirà e lei pensa ai teoremi liceali?! Ma insomma, cosa ci fa qui?"- "Mi faccia finire almeno! So che può sembrare strano, ma parla dei miraggi e se non ricordo male è stato chiamato così dalla leggenda mitologica, che parla di una fata che faceva vedere alle sue vittime, attraverso miraggi, l'oggetto del loro desiderio e dopo le uccideva, perché era solo una trappola. Non a caso, si svolge nello stretto di Messina. Se solo ricordassi il suo nome..."
"Non è male come intuizione, Cassi, se non fosse priva di ogni logica pensabile!"
"Qual era il suo nome? Io non riesco a ricordarlo"
Tutto suonò chiarissimo quando Lopez pronunciò quel nome, dopo varie ricerche. Morgana. Fata Morgana. F M. Induceva le sue vittime ad allucinogeni, per creare miraggi e poi faceva in modo che la desiderassero, mostrando solo alla fine il suo vero aspetto, quando ormai era troppo tardi, quando ormai stavano precipitando giù nel vuoto. Patologicamente, aveva variato questo aspetto. Voleva sentirsi potente e l'altezza le forniva autostima e controllo.//
Questa, di tutta la OS è senz’altro la mia parte preferita: è difficile scrivere un giallo e far quadrare le cose, per questo, ti faccio i complimenti per il buon utilizzo che hai fatto del tuo pacchetto; leggendo, non capivo proprio come lo avresti e ne sono rimasta piacevolmente colpita. L’unica nota che ti faccio: avresti dovuto tralasciare la parte dell’aspetto dell’assassino dello sproloquio iniziale di Virginia, perché è come se già sapesse tutto.
(Magari l'assunzione di LSD è stato il modo con cui l'assassino ha spinto le vittime al suicidio. E da un punto di vista psicologico, il criminale può definirsi un manipolatore esperto, forse narcisista, segnato da un fattore di stress che ha innescato il susseguirsi di omicidi. E la vittimologia? Parliamo di uomini benestanti e di successo. Il killer deve necessariamente classificarsi come narcisista di natura insicura, che maschera con un aspetto attraente. Una vendetta in piena regola. Probabilmente ha subito un torto e adesso sta nutrendo il suo ego, la sua anima.) So che hai messo davanti a tutto quel “magari”, che ti ha in un certo senso salvato, ma credo che non scrivendolo o scrivendolo molto meno dettagliato avresti fatto meglio, anche perché il personaggio arriva alla completa intuizione (e chiave) solo alla fine, come è giusto che sia.
Per quanto riguarda l’idea principale del contest credo che tu abbia fatto un buon lavoro: riportando la Fata Morgana in una chiave completamente diversa e alla mo’ di Distretto di Polizia non sei di certo andata sul sicuro, ma è una storia riuscita bene.

- Grammatica:
Allora, non ti farò una lista di errori perché non ce ne sono molto, ti suggerirei solo di rivedere i verbi: ho notato che alcuni non sono coniugati adeguatamente. (es tutto è al passato remoto e quel verbo è al presente).

- Stile e Lessico:
Per quanto riguarda il lessico niente da dire, è ricco di termini tecnici di cui un giallo dovrebbe essere provvisto ed anche dal punto di vista medico è tutto preciso e accurato.
Lo stile è scorrevole ma a volte la punteggiatura lo rallenta. Ho trovato una pecca che mi ha un po’ confuso: i luoghi.
Di fatto, ne ho localizzati due: Reggio Calabria e Roma; l’ultimo omicidio è situato a Roma, dunque la vittima non è calabrese, ma quelle precedenti sì, tuttavia dice che uno dei collanti tra le vittime è proprio il fatto che siano calabresi… non so, mi sono un po’ confusa su questo punto hahaha.
E poi: mi manca un pezzo della storia.
//Stavo per rispondergli, quando mi cadde l'occhio su un foglio accartocciato, finito in un angolino. Lo presi e, incurante della voce di Ricci che continuava, lo aprii.
<
"Veloci, andate giù! Potrebbe ancora scappare"- dopo un volo di ben tre piani e mezzo sarebbe già fortunata ad essere viva, ma in ogni caso da una persona del genere ci si può aspettare di tutto.//
C’è un vuoto lasciato volutamente, ma non riesco a spiegarmelo.
O e poi, un appunto per quanto riguarda i dialoghi: risulta tutto più lineare e facile da leggere se, ogni volta che una persona inizia a parlare, tu vada a capo ;)

- Punti bonus:
questo campo riguarda l’utilizzo della citazione e sinceramente non mi è piaciuto. Mi è sembrato forzato e il dialogo era banale e un tantino noioso, classico dialogo tra due amanti che si punzecchiano. Ma, a parte questa mia visione personale, non ho trovato logico l’inserimento della citazione stessa: cioè, non aveva senso logico col resto né col caso, né col lavoro degli investigatori.

- Caratterizzazione dei personaggi:
Questo, a mio parere, è il tuo punto calante: so che in una OS è difficile dare corpo a un personaggio, ma li ho trovati davvero spogli: lei è troppo sicura di sé e lui è fin troppo lo sputo di personaggi che già esistono, che mi da sui nervi.
Ma la cosa che proprio non mi è piaciuta è il fattore “attrazione sessuale/ cotta adolescenziale”… no; proprio no.
Mi dispiace, ma mi è sembrato messo lì tanto perché volevi una coppia. Ci può stare l’ironia tra i due, invece, quella è stata gradevole.

Infine, a grandi linee è una lettura piacevole e so che hai del potenziale per continuare a fare meglio :)
Grazie di aver partecipato!
(Recensione modificata il 22/09/2017 - 08:24 pm)

Recensore Junior
26/08/17, ore 20:14

Solo una one shot? Che peccato, era davvero molto interessante! Mi sono divertita a leggerla, molto coinvolgente ;)

Cri