Recensioni per
Wie Blumen
di EffyLou

Questa storia ha ottenuto 5 recensioni.
Positive : 5
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Junior
23/09/17, ore 21:06

Questo capitolo mi è piaciuto tantissimo!! Lo trovo molto completo, con dosi di sportività, introspezione, amicizia.
Adoro il modo in cui scrivi di Trollmann e racconti la sua vicenda. Poi lui... mi fa troppo ridere, è fantastico xD
Mi piace la sua umiltà e la sua determinazione. Sono sicura che quando racconterai del titolo nazionale, farai un lavoro eccelso.
Mi piace tanto tutto quanto, dal tuo stile alla storia e ai personaggi.
A presto!

federinski

Recensore Junior

In questo capitolo comincia a sentirsi una punta di tensione, per via delle camice brune e dell'anno corrente - nel 1933 è stato eletto Hitler d'altronde. Mi piace il mix che fai tra le descrizioni dei match e i momenti privati, danno verdicità alla vicenda.
Mi piace il modo in cui scrivi, è semplice e incisivo!
Alla prossima :)

Recensore Master
09/09/17, ore 18:39

I dialoghi sono sempre molto fluidi, spigliati, naturalissimi: mi sono goduta questo spaccato familiare di Rukeli. Le scaramucce tra fratelli sono una cosa che fa parte del nostro vissuto familiare: chi non ha discusso con il fratello maggiore o con la mamma sulla scelta del fidanzato o sulla professione intrapresa?
Comunque sia, direi che per Frieda l'"esame Trollmann" sia andato benone: la ragazza è stata accettata dai familiari di Johann.
Godiamoci questi momenti sereni: temo che stiano per finire.
Ti leggo sempre con molto piacere, cara Autrice.
Complimenti!
 

Recensore Master
03/09/17, ore 10:09

Ciao effylou, è da un po' che ti tengo d'occhio (tranquilla, non sono una stalker XD).
Ho iniziato a seguire le vicende di Roxane, la moglie persiana di Alessandro Magno: stai scrivendo una buona storia, ben dettagliata ed approfondita a livello storico, frutto di studio e di cura da parte tua. Solo che è proprio il personaggio di Roxane, per come lo tratteggi, che non mi convince del tutto: è un po' troppo marysueggiante per i miei gusti (bellissima, intelligentissima, coraggiosissima, ribellissima... -issima in tutto. Occhio.).
Ma questa fanfiction su Trollmann... ah no, qui posso solo farti degli elogi.
Innanzitutto sono contenta di leggere FINALMENTE qualcosa di diverso sul Terzo Reich qui su efp,che non sia la tedesca con crisi di coscienza o l'ebrea innamorata del bel nazista. Basta, per carità.
Io sono da sempre una fervente appassionata di pugilato, avendolo pure praticato un pochino secoli fa: anche io ho scritto qui su efp la storia di un pugile, anche se nella sezione anime. Debbo dire che ti sei impegnata a fondo: anche se non descrivi (almeno non per ora) i match in modo dettagliato (anche perché immagino non sia semplice trovare immagini dell'epoca... ce ne sono pochine, già controllato), quello che dici sulle tecniche della nobile arte è assolutamente decoroso. 
Ma poi lui, Trollmann... lo stai rappresentando in modo magistrale: lo vedo, con quel suo inconfondibile gioco di gambe. Doveva essere un discreto stilista, per l'epoca. Anche gli altri personaggi sono assolutamente verosimili: Olga Frieda mi piace moltissimo, così schietta e semplice.
Continua così. Non farti prendere la mano e non calcare troppo sulle caratteristiche dei personaggi: lasciali fare, con naturalezza.
Vedo che aggiorni frequentemente: da domani ripiomberò in ufficio, per cui non garantisco di ruscire sempre a recensire, dato che sei velocissima, figlia mia! Non so se riuscirò a starti dietro con tale velocità! Ma mi farò spesso sentire, questo sì.
Grammatica-semantica-sintassi ok: non ho visto errori macroscopici, a parte qualche svistarella qua e là (ma in modo assai sparso: vai tranquilla).
Lo stile è graffiante, gradevolissimo.
Ho inserito questa storia tra le preferite e, se continuerai così bene, ti anticipo già sin d'ora che la segnalerò per le scelte del sito.
Non mi deludere!
Complimentissimi e a presto, cara.
Lou

Recensore Junior
30/08/17, ore 14:35

Buon pomeriggio, sono Federinski e sono capitata nella sezione dei romanzi Storici perché ho cliccato per sbaglio, lo confesso, ma l'occhio mi è caduto sulla parola "zingaro" in descrizione e sono rimasta colpita.

Ho letto questa storia tutta d'un fiato, anche se di fatto non sta ancora succedendo niente di rilevante.
Apprezzo tantissimo il fatto che non è la classica storia sull'Olocausto che tratta di ebrei o dell'amore impossibile tra un'ebrea ed un SS.
Qui si tratta di uno zingaro che ha toccato l'apice ed è caduto, usando parole tue, e di una cosacca. Due sub-umani in un ambiente avverso.
È importante ricordare che l'Olocausto l'hanno subito tutte le minoranze e non solo gli ebrei. Personalmente non sapevo nemmeno dell'Olocausto degli zingari, e questo la dice lunga.
Mi piace che tu descriva gli incontri di boxe, permettono al lettore di immergersi meglio nel contesto in cui viveva il protagonista.
Mi piace anche lo stile con cui è scritta. Leggero, scorrevole.
Mi piace molto, è originale e spero che altri la leggeranno e l'apprezzeranno.
Ah e ovviamente sono felice che aggiornerai ogni giorno, o quasi!
Quindi a presto!

federinski