Recensioni per
Violent red
di Fissie

Questa storia ha ottenuto 286 recensioni.
Positive : 282
Neutre o critiche: 4 (guarda)


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
[Precedente] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 [Prossimo]
Recensore Veterano
04/08/17, ore 01:53
Cap. 22:

Giungo infine qui, non tentando nemmeno di scusarmi, (più che altro perché ormai mi sono scusata talmente tante volte che rischio di ottenere l'effetto inverso, irritando la gente XD), e mettendomi le mani nei capelli. Perché il brutto del rimandare così a lungo lo scrivere una recensione di VR, è che finisce che ne parli lo stesso ovunque pur di parlarne perché ne hai BISOGNO, e poi ogni scarsa -miracolosa- intuizione te la sei già spesa altrove, così che fissi la schermata della recensione non sapendo bene cosa scrivere per non risultare pedante e ripetitiva. Risulterò ripetitiva comunque, perché non sono in grado di non evidenziare nuovamente ciò che ho notato/mi è piaciuto, per cui spenderò ancora due paroline (ahahahah) su questo povero capitolo bistrattato che, nonostante i tuoi dubbi, è invece per me uno dei più interessanti e intrigantemente costruiti. Ho già ammesso di adorare le cronologie spezzate, quindi non posso che congratularmi per un capitolo che tiene la suspense non solo sul finale, ma anche nella sua interezza . Ma partiamo dall'inizio.

Il sogno. Sì, l'ho già commentato altrove con i miei apprezzamenti, ma contiene talmente tanti elementi e spunti interessanti che sarebbe un delitto sorvolarlo con leggerezza. Anche qui di nuovo complimenti perché è così reale come sogno, ha talmente tanti aspetti tipici di un sogno vero e proprio che... boh <3 *sends love*
Tocco di classe la sirena del mondo reale che si insinua nei sogni con naturalezza, deragliando i pensieri verso la minaccia all'incolumità della macchina parcheggiata XD
Abbiamo subito un bellissimo esempio di cronologia spezzata: l'accenno ai trapani. Questa è una di quelle chicche che ti godi meglio a una rilettura, perché hai già acquisito informazioni e sai già di cosa stai parlando. Questo in realtà è un esempio davvero "insulso", rispetto alla miriade di cui è costellata la ff, e che mi fanno adorare questa storia. VR cambia a furia di rileggerla. Ma cambia non perché acquisisca un senso che prima non aveva, ma perché ti dona i mezzi per interpretare nuovamente ciò che hai letto. Di fatto la storia fila tranquillamente anche a una prima lettura, ma è solo dopo che noti dettagli in più. Non che non si vedano comunque accenni disseminati qui e là anche la prima volta, anzi, la consapevolezza che ti manchino dei pezzi rende il tutto avvincente e ti spinge a continuare a leggere, ma poi più avanti ricevi una nuova chiave di lettura, e ti accorgi che anche frasi insospettabili e all'apparenza innocue possono significare più di quanto appaia. E c'è di ammirevole che le hai posizionate lì apposta, anni fa.
Scusa il palese perdermi in lodi, ma mi sembra di non dire mai abbastanza quanto VR sia così intrigante proprio perché si trasforma sotto i tuoi occhi **
Ahem
Dicevamo. Il sogno
Ken/Izaya (adoro adoro adooooro la sovrapposizione nei sogni) è in pericolo. Sono pensierosa circa la figura del cane, che potrebbe benissimo essere solo un espediente per creare la sensazione di pericolo visto che Ken è un gatto, ma che non so se nella mente di Shizuo abbia forse inconsapevolmente un altro peso. Che si traduce in: Shizuo può già sostituire il cane con una figura altrettanto minacciosa? Magari non troppo delineata ma di cui già riesce a intravederne i contorni? Dal seguente "Se lui era lì, allora chi...?" sembrerebbe, sfortunatamente per me, un sì. Dico così perché sai dei miei sentimenti contrastanti al riguardo, dato che vorrei allo stesso tempo che possa capire più a fondo Izaya e però temo che ci riesca. Non solo per via dell'epilogo e di cosa significherebbe sapere ciò che potrebbe sapere, ma anche perché ciò che potrebbe sapere è un argomento decisamente pesantuccio. È pronto per affrontarlo? Non rischia di cambiare troppo il rapporto con Izaya? Non rischia che Izaya fugga a gambe levate inorridito dal fatto che sappia decisamente troppo?
Non solo, Shizuo accenna anche all'ombra che guizza sotto il letto. È sempre un riferimento alla figura sul letto con Izaya, o simboleggia qualcosa di più nascosto, di più oscuro appunto, riguardante magari la sua malattia?
Shizuo dà prova svariate volte di avere almeno un'idea, magari solo intuitiva, su come funzioni Izaya e di conseguenza il suo disturbo. Che sappia qualcosa già da qui?
Direi che la risposta è nei benedetti 4.17 minuti. Mi accodo a chi prima di me ha detto di leggere VR a singhiozzi perché è esattamente ciò che faccio anche io: ho bisogno di fermarmi mentre leggo, fosse anche solo per pochi secondi perché poi la curiosità vince. Vedere il CD per me è stato inaspettato, non lo immaginavo così presto. Magari tra qualche capitolo sì, anche relativamente pochi, ma non subito. Quindi anche per me, sfilza di "no no no, oddio no, non posso." <3 sta ff fa male
Fa male anche aspettare per sapere cosa sia mai accaduto la sera prima. Sono così angosciata dalle dichiarazioni di Shizuo che non so cosa aspettarmi sia successo. Perché Shizuo ha così paura per lui? Perché deve trovarlo? Perché si sente in colpa e quando la madre lo chiama mostro nel sogno (e successivamente lo faranno anche altri personaggi nel secondo) sembra abbastanza esplicitamente avere a che fare non tanto con l'incidente della rete metallica, ma appunto con la sera prima?
Ma ci torniamo più avanti, che il finale di sto capitolo è così agghiacciante che si merita uno spazietto tutto per sé (agghiacciante è un complimento, giuro)
Un elemento sempre del sogno (ho quasi finito con questa analisi infinita, lo prometto), che non capisco se stia lì tanto per o dica effettivamente qualcosa su cosa sia successo quella fatidica sera, è l'acqua. La cita, ma potrebbe tranquillamente essere solo un elemento carico di angoscia nel sogno, non per forza fornire indizi sulla location della serata. Intanto, i "ventagli d'acqua" é un'immagine, proprio a livello di scelta di parole, che ho gradito mucho uwu
Ancora, come strascico del sogno, Shizuo si porta appresso anche un nauseante desiderio. Che c'entri anche questo? E perché nauseante? Perché si pente di ciò che fino a quel momento ha fantasticato di fare con Izaya? Solo per la loro attuale situazione? Perché è un ex paziente della madre? Perché sa cosa gli è successo???
Argh. Aggiorna, donna. Che ansia.

Insomma, questo ha addome/zigomo ammaccati, una camicia strappata, è a casa di lunedì dormendo fino a tardi (il che mi fa pensare abbia già perso il lavoro), si sente in colpa, è preoccupato, "la rabbia lo aveva spinto ad agire d'impulso".....che diamine è successo?! *pronta a lanciare copertine ad Izaya*
Vabbè. *waiting*

Poi. Si introduce questo argomento che ogni volta mi fa fangirleggiare come un'idiota, ossia il parlare del destino nel loro rapporto. Già nei capitoli scorsi, in cui Shizuo dice che ha vinto un tiro alla fune contro l'altro bambino, pur senza sapere di star giocando, io ero lì tutta emozionata perché secondo me tutto ciò riprende un po' ciò che penso della Shizaya in generale. Anche io come Shizu-chan sto qui a struggermi pensando che forse esiste una traversa in cui le cose tra loro sono andate diversamente *sospira* Allo stesso tempo, trovo carinissimo Shizuo che arriva quasi a vedere Izaya come la summa di ogni male (XD), quanto è invece un sacco triste l'infanzia che stai costruendo per lui. Povero shizu-chan. Non sei scemo.
No, davvero non lo sei.
Il discorso su "l'altro Izaya" mi accende di ammirazione nei suoi confronti, perché ha una comprensione impressionante di come ragiona, di come si comporta. Sarà appunto perché ha questa connessione con i bambini come dice lui stesso, anche di quelli DENTRO gli altri. E infatti capisce di essere stato davanti a un ALTRO Izaya, la serata a casa sua, che "non è che non parla... è solo quello che sta zitto, si esprime così.", che è probabilmente un accenno al Muto (?), che tira fuori la metafora di Izaya dentro Izaya appoggiato in punta di piedi alla porta con lo spioncino, e wow, è un'immagine semplificata ma dannatamente efficace, è forse il modo migliore di spiegarlo, e Shizuo a volte mi sembra quasi essere fatto apposta per capire Izaya, per riuscire a comunicarci.
*asciuga lacrimuccia*
Allo stesso tempo è meno pratico con le facciate, anche con le sue. Altra metafora bellerrima nel dire che non trova nemmeno la porta e si perde nei corridoi, che mamma mia Shizuo mi stai facendo emozionare mannaggia a te. L'ho già detto ma Shizuo ha una comprensione fenomenale di Izaya tanto quanto scarsa è quella di sé. Sembra così incline a considerarsi stupido, a considerare poco importante o di valore ciò che pensa da quasi non fare lo sforzo di cercare di esprimerlo. O meglio, lo fa, ma con estrema fatica perché non è abituato a farlo, quindi resta in superficie, cogliendo solo una minuscola parte di ciò che è. È triste, perché in fondo è lo stesso discorso che vale per la percezione che ha di sé, quasi non si permette di vedere più a fondo, ma forse solo perché non lo sa fare.
Trovo infatti indicativo questo pezzo "Ma dentro di lui ribollivano solo moti di collera e strani conflitti irrisolti che però restavano sommersi o scoppiavano in superficie trasfigurati nelle domande più stupide. «Vengono sempre prima loro?» Si era corretto. «Nessuno saprebbe che me lo hai detto, perché non ti fidi?»"
Colgo la palla al balzo per parlare di Mamma H. Io vorrei davvero entrarle nel cervello. Ma mica tanto per sapere più roba su Izaya, anche se, beh certo, pure quello mi interessa. Ma se si potessero omettere le cose che lo riguardano per evitare spoiler sulla trama, mi farei comunque volentieri un bel soggiorno nella sua testa per capire come vive ciò che sta succedendo col figlio. Sei riuscita a far pensare a Shizuo, a mettere nero su bianco, tutto ciò che mi ha assillato fin dalla rivelazione shock, ossia "Ogni giorno rincasava da scuola lamentandosi di Izaya e sua madre lo lasciava sfogare. Di più, lo ascoltava con interesse, faceva domande, tornava al discorso quando l’argomento iniziava a spostarsi. Se a cena Shizuo non aveva nulla da dire, lei lo provocava con una battuta, “oggi Izaya non ha fatto niente?”. Era sempre così sollecita. Pensava che fosse interessata alla sua vita, ora scopriva che era interessata a quella di Izaya... [...] Qualunque madre, anche una con la sua deformazione professionale, gli avrebbe raccomandato di lasciarlo perdere. Sua madre invece gli diceva “perché non provate a fare amicizia?”." E ammiro davvero tanto la razionalità di Shizuo che riesce a non cedere al rancore di vedere eccessiva complicità tra Izaya e la madre, da riuscire a non avercela troppo con lei, ma anzi, si sente persino in colpa per come si ritrova a risponderle.
E lei...lei ci tiene, ci pensa, è turbata. Ha ripreso a fumare, è assente, lei e Shizuo litigano, e per quanto trovi tenero che ci tenga ancora così tanto, dall'altro ho sempre paura che il rimorso pesi e abbia sempre pesato molto, forse abbastanza da dirigere anche involontariamente la direzione del rapporto di Shizuo e Izaya. Non è che credo l'abbia fatto di proposito, ho solo paura non sia riuscita a restarne davvero fuori come se non sapesse, perché di fatto sa.

Ma giungiamo alla scena dello scantinato, e in particolare alle telefonate silenziose. Capire che Izaya lo ha chiamato per ANNI è vagamente inquietante. Sappiamo tutti della sua fissazione per Shizu-chan, ma siamo anche abituati al suo mascherarlo. Ora ok, ora sappiamo lo sia, ma verrebbe da credere sia venuta fuori principalmente ora per via della situazione attuale, e invece è lì da sempre. Ovviamente dubito che la scelta di Shizu-chan come vittima eletta sia stata casuale, visto ciò che sappiamo...
Vabbè, siamo ormai al punto in cui Izaya non si premura di chiamare usando numeri diversi per non farsi beccare, e Shizuo, pur riconoscendoli, risponde. Shizuo ha una pazienza clamorosa. Shizuo ha la chiave di lettura di Izaya quasi senza sforzarsi, per semplice propensione, perché semplicemente ci tiene e tale pazienza lo porta a riuscire di fatto a creare un punto di contatto, a comunicarci, ad avere la possibilità di tirarlo fuori dal casino in cui si ritrova. Dio, sti due mi uccidono. Lo dico sempre, ma davvero aspetto i loro passi avanti in realtà temendoli come la morte, perché so che alla fine saranno solo cose in più da gettare al secchio quando manderanno tutto a puttane. Li odio. (Non è vero.)
(Ah. Ma Izaya col naso chiuso?! Piange??? Pulcino mio, che succede, dillo a mamma!!)

E qui c'è la mia scena preferita <3 la tenerezza della conversazione tra Shizuo e Daniil~
Intanto Shizuo capisce lo sforzo del riuscire a fare quella telefonata sul tardi. Poi il notare tutte quelle piccole cose, come la voce esitante, sorpresa, non usata da tempo (ciao Pym **), l'essere divertito dal modo lagnoso di parlare anche se in un'altra lingua (che paradossalmente invece è come se finalmente parlassero la stessa), lo "stai bene? È successo qualcosa?" che vorrebbe chiedergli, il "non stupido, buono. Sei diverso", che mio dio Izaya (Pym? XD) quanto sei cotto pure tu <333 *si rotola nel fluff*
E Shizuo accetta tutto questo cwc così, naturalmente, capisce che serve tempo, che lo deve lasciar fare. Non so, è così bello il modo spontaneo in cui succede. Shizu-chan è speciale ** (sì, sto lasciando emergere il mio amore per lui.)
(Uh, parentesi trash: ho provato a inserire roba come duktej fewmj su internet per vedere se ricavavo qualche assonanza in russo, ma ehm, ovviamente non era una grande idea.)
Una cosa che mi chiedo (una delle tante), è se a interrompere la telefonata sia stato Bor, visto che è la controparte di Pym, o Isa. Eh. Mica me lo dimentico Isa con la sua rabbia strepitante, e con questo adorabile nome che mi riempie di curiosità. Sì, il suo nome in particolare mi interessa. Troppo simile a "Iza". Boh

"Ogni volta che chiudeva gli occhi, quel bambino lo scrutava attento da un pulpito, gli chiedeva qualcosa senza parlare, puntando i piedi, aspettando. “Non stupido, buono”.
[...] Gli intimò di smetterla. No, sul serio, smettila di guardarmi così, okay? Non è colpa mia se crescendo sei diventato uno stronzo. Non posso farci niente. Ci ho provato."
Porca miseria, questo pezzo. Non so, mi ha stretto il cuore in una morsa e poi l'ha stritolato senza pietà <3 "non è colpa mia se crescendo sei diventato uno stronzo", non...non so neanche spiegare perché mi faccia effetto, non so dire in quale senso mi impatti, so solo che sento del senso di colpa perché a volte mi sembra di voler affidare a Shizuo il compito di salvare Izaya. E invece vorrei dire a Shizuo, no, no, quando dico che avrei puntato su di te è perché è Izaya che si è lasciato scappare un'occasione, perché tu fai più di quanto mi aspetterei da chiunque. Izaya sembra stargli urlando "CAPISCIMI, tu puoi". Ma, a ricordarmi subito dopo che in effetti NON SO se Shizuo avrebbe veramente potuto fare qualcosa, che magari non è solo Izaya che si lascia scappare occasioni, magari ha sbagliato anche Shizuo, magari semplicemente sti due si sfioreranno e basta ma non si raggiungeranno mai davvero, giunge lapidariamente il "fino a ieri sera."
Ho una tale ansia anche solo a immaginare in cosa possa aver sbagliato Shizuo che non so da dove partire. Ma non è un modo per condannarlo, non gli sto negando che possa sbagliare in quanto umano, in quanto portato all'estremo da Izaya che le tenta tutte pur di testare la gente, no. Ho solo il terrore perché Izaya è Izaya, e sbagliare con Izaya è un po' perdere la sua fiducia per sempre.
*rosicchia le unghie, in ansia*
Non che sia giusto, eh, ma è così

Dopo un flashback di Shizuo alle prese col suo primo giorno alle elementari (...ma porello D:), in cui si notano cose interessanti tipo l'ansia a livelli non esattamente normali con tanto di brusio nelle orecchie e momenti di simil-blackout... lo troviamo al Russia Sushi, dove ora lavora per "gentile concessione di Izaya". Sai già cosa penso sul perché Izaya gli abbia trovato lavoro, e principalmente è riassumibile in "per svariati motivi, alcuni più opportunistici, altri più sinceri, la maggior parte a metà" XD
Intanto, una cosa che mi sto chiedendo, è quanto ricordi Izaya della telefonata del giorno prima. Insomma, in teoria potrebbe ricordare, ma nel capitolo 18 per esempio faceva un dietrofront repentino impedendosi di guardare ai ricordi reali, inventandone di nuovi. Gli è rimasto qualcosa della chiamata?
....
Vabbè, insomma, dal momento dell'sms in poi, Izaya tiene un comportamento...ehm, discutibile. E altalenante (sì, altalenante. Voglio avere l'illusione di vedere sprazzi di passi avanti nascosti sotto strati di atteggiamenti altezzosi, che ci vuoi fare, probabilmente sogno.) Nella mia testa, Izaya non sta seguendo una vera e propria strategia, non è tutto deliberatamente deciso, è più un...cercare di uscirne più illeso possibile. Shizuo gli ha dato l'ultimatum, non so se ricorda della conversazione al telefono (presumo che qualcosa gli sia comunque rimasto perché il messaggio lo manda proprio il giorno dopo)...si sente molto senza controllo sulla situazione. Insomma, non riesce a trattenersi dal piangere quando ci pensa, è tornato a tagliarsi, lo chiama ma non riesce a parlarci se non quando schiera in campo qualche "faccia" al posto suo... non se la sta giocando bene. Dopo il messaggio non si fa trovare, ma gli procura un lavoro. Sta come cercando di ristabilire una situazione in cui il comando ce l'ha lui. È lui che decide quando incontrarsi, lui che gli fa questo regalino altezzoso (perché in fondo è davvero un favore, dato che probabilmente ci pensava già dal capitolo 6? Perché così sa dove trovarlo e può fingere di capitare lì per caso? Perché è un favore che spera ponga di nuovo Shizuo come quello in debito e non il contrario? Per riguadagnare qualche punto agli occhi di Shizuo dopo l'ultimatu-ok, qui fallisce un po' nell'intento. Un po' tanto.
...tutte queste opzioni insieme? Forse.), lui che si presenta al Russia Sushi reagendo con indifferenza quando Shizuo va a parlargli. Credo voglia l'illusione di star di nuovo muovendo lui i pezzi. Allo stesso tempo, si smaschera un po' da solo, eh. Per esempio quando difende Shizuo. Solo che, giustamente "Shizuo cuoceva a fuoco vivo per l’indignazione. Cosa me ne frega se giochi a fare il duro con i tuoi scagnozzi, ma nemmeno mi saluti?"
Ma ripeto, GIUSTAMENTE XD
È Izaya a farsi vivo dopo l'orario di chiusura ("ti ero mancato?" <---che faccia da culo che hai, Izaya. ...non è vero, hai un musetto adorabile <33 lo sanno tutti che a te manca un casino, su), con palesi intenzioni in testa, con scuse patetiche (il volantino. Srsly.), venendo ignorato perché Shizuo non ha intenzione di chiarire così, che è troppo facile, che merita un tentativo di spiegazione, anche in una lingua diversa. Cristo, Shizuo, smettila di farti adorare.
Ah, no, ecco! Dici che sei stanco di provare a indovinare cosa pensi. Mi stavo preoccupando che condividevo troppo ciò che pensavi XD
No, vabbè, a parte gli scherzi. Shizuo è facilmente comprensibile.
Non altrettanto si può dire di Izaya, quindi forse ci sta, anche se io col cavolo che mi sono stufata, io aspetto il suo pov con ansia (quanta ansia c'è in questa recensione?! XD)
Se dovessi però provare a decifrare, ti direi che Izaya a parer mio lascia qualche indizio. Sembra voler dire a Shizuo "ehi. Lo so che vedi oltre la facciata, ma non è che potresti fingere di non vederla e stare al mio gioco facendo finta che io ti abbia in pugno? Però capiscimi, eh, che voglio comunque che tu veda oltre le cazzate che faccio. Solo, fingi di no. Lasciami le mie bugie. Mica vuoi smentire le bugie di un bambino, no? No??"
Deliro.
Lo so.
Chiedo perdono, io ci provo.
Però davvero, è palese che sia un bluff, non ci riesce proprio a fingere, non so nemmeno se davvero non voglia farsi smascherare a sto punto, dà segnali contrastanti!
Mi fa tenerezza in realtà >.> lo so che non faccio testo perché ormai il mio essere di parte è cosa risaputa da chiunque, ma mi dispiace così tanto c.c
Certo, anche per Shizuo, ma spero che dopo un'intera recensione in cui parteggio per lui mi sia concesso un attimo di comprensione per Izaya a discapito di Shizu-chan, nu? *occhi da cucciolo*
Tanto ho ancora molti complimenti da fare al nostro biondino finto <3
Tipo mi intenerisce (XD) tantissimo qui: "le sue mani prudevano per l’impulso quasi caritatevole di dargli due sberle e trascinarlo a scuola per le orecchie."
Non so, la riflessione su Izaya che potrebbe avere un futuro e invece coglioneggia in giro mi diverte XD
Apprezzo anche quella sul "Patetico. Quante cose nascondi, Izaya? Quante bugie vuoi fare a bere, quante cazzate ti racconti?" per ovvi motivi.
E lo adoro per la sua gelosia delirante all'entrata in scena di Tako <33 normalmente potrei essere anche infastidita da personaggi gelosi, ma Shizuo lo è in un modo che me lo fa vedere come dolce e basta ** e poi davvero, si fa dei viaggi assurdi. Tako che lo prende in braccio. Cosa. Ma poi le occhiate lussuriose, Izaya che socchiude gli occhi flirtando, Tako che gli fissa le labbra. Vabbè. Ok. XD
Il tutto alimentato da quegli ADORABILI ricordi (Shizuo, perdonami), di un Izaya incredibilmente preso che si alza in punta di piedi per baciarlo~
("Anche tu ti fai aria sul viso quando passa?" andava citata perché sì.)
Comunque, a parte notare che pure Tako ha una corporatura di un certo tipo e che Izaya sembra invariabilmente scegliersi gente potenzialmente in grado di sopraffarlo fisicamente (almeno per quanto riguarda i maschi. E Mikage xD), non sono giunta a una conclusione su cosa sia stato per lui. Insomma, boh.

Dopo aver assodato che Shizuo è un Vanka, perché vedendosi arrivare Izaya da solo riesce davvero a chiedersi se sta aspettando qualcuno per un appuntamento (...), vogliamo parlare di Izaya che ora oltre all'imitazione nervosa del sorriso ambiguo, mostra anche di essere stanco e molto nervoso? Al tavolo da solo perché non ha più gente da invitare, non sa più che cavolo inventarsi, che non ribatte alla frecciatina sul "decidere quello che vuoi", che ordina una cazzata a caso tanto per accompagnare il solito ordine, che dopo aver detto qualcosa (PERCHÉ IO LO SO CHE HA DETTO QUALCOSA) si riempie la bocca di tonno facendo finta di niente?? Cioè, è disposto a mangiare pur di nascondere sta cosa?? Woah. (Però bravo, tesoro, mangia.)
Poi dici perché mi fa tenerezza. Non oso immaginare quando ha visto Shizu-chan tutto tranquillo e felice a parlare con Tom e amici. Perché è per questo che è sfrecciato via, no?
Ammetto che ho in effetti sentito anche io del sollievo nel vedere Shizuo parlare con Tom, vederlo stare bene, vederlo parlare con persone che si comportano in modo, ehm, "normale"
Però poi Izaya scappa, il sogno ricomincia, un sogno in cui si avverte la sensazione di pericolo, il senso di colpa sempre più forte.
Il dettaglio a metà tra l'inquietante e lo straziante di Iza da bambino che gli chiede di aiutarlo. Poi quel "Hai sempre cercato nel posto sbagliato" mi mette i brividi.
Anche se niente è più inquietante della voce di Izaya di nuovo adulta che dice sorridendo "Adesso anche tu sei in un posto molto buio"
È come vedere Izaya come sarà poi. Non so, mi ha messo (indovina) ansia. Ha un che di folle.
Perché il posto è buio? È un riferimento all'ombra guizzante dell'inizio? Perché Izaya gli dice che lo ha trovato esattamente dopo che tutti danno a Shizuo del mostro? Cosa ha fatto la sera prima per finire nello stesso posto di Izaya, e di quale sfaccettatura di Izaya si sta parlando quando si parla del posto buio?

Niente, sarò un caso disperato ma ho la pelle d'oca solo ad averci ripensato.
Shizuo prende il cd (applauso per la suspense), e io muoio dentro.
Aspettando con l'ormai onnipresente ansia il prossimo attesissimo aggiornamento, scusa ancora del ritardo, e mi auguro sia uscito qualcosa di sensato da questa recensione delirante (e di non aver fatto troppi errori)
Spero a presto,
Bye!
(Recensione modificata il 04/08/2017 - 10:29 am)

Recensore Junior
15/07/17, ore 13:35
Cap. 22:

Ciao Ran!
Ho finito di leggere, ho diviso in due parti perché sono davvero a corto di tempo, ma mi è costata una fatica terribile smettere di leggere quando avrei potuto sapere ancora qualcosina. Amo il tuo modo di scrivere, è sempre stato così e più passano gli anni, più lo posso confermare. I flussi di pensieri dei personaggi che cambiano bruscamente direzione a causa degli stimoli esterni... è raro che tu descriva oggettivamente una scena, ma mi fai sentire dentro la testa dei personaggi, vivo la storia attraverso i loro occhi ed è tremendamente intimo. Il tuo stile è sexy, non so se capisci cosa intendo e non parlo necessariamente del contenuto, è anche sporco e crudo, ma in questo capitolo era più triste che in altri, una tristezza angosciata, le parole erano meno colorate e “ironiche”, erano più grige, tristi. Non so se mi spiego. Un po' come Izaya che non è quello dei primi capitoli, è “rotto”, più incupito del solito, e così è il capitolo. Ma è perfetto che sia così, rispecchia quello che sta succedendo, gl'incubi, le ansie, le paure. È una storia viva, non mi importa più del rating, è andata oltre, da tanto tempo.

La telefonata di Izaya in russo è stata una cosa indescrivibile, sopratutto per la pazienza di cui Shizuo si è dimostrato capace (mi viene da piangere se penso che si dovrà raggiungere l'epilogo). In qualche modo si sono capiti, anche senza bisogno di usare parole vere, c'è stata una muta sincerità spiazzante. Una connessione speciale soltanto loro.
Una connessione che a quanto pare va avanti dall'alba dei tempi.
Ora Shizuo sa e sta per sapere di più (Dannazione a te che non ci hai ancora fatto sapere cosa c'è nel CD!) e mi fa male il senso di tradimento misto a colpa che prova per sua madre. Perché, per quanto io sappia che mamma H è buona e ha cercato di fare il meglio per suo figlio, il ragionamento di Shizuo è sensato, comprensibile. Soprattutto considerando le sue insicurezze e poi.. è possibile che in parte mamma H abbia davvero lasciato il lavoro e si sia dedicata al figlio, non solo per lui, ma anche perché non poteva accettare di essere una cattiva madre, per se stessa e il suo perfezionismo. Con questo non voglio assolutamente dire che abbia fatto qualcosa di male, che cavolo, è umana e cercava di fare del bene, e l'ha fatto. Ma capisco che Shizuo si senta svilito e tradito.
Non ha capito che è stato Izaya a procurargli il lavoro al Russia Sushi, vero? Perché è stato lui, no? Per poter sapere dove trovarlo ogni giorno. Per tornare “Nemici come prima”, però non è per niente come prima, è COSÌ fragile.

È un capitolo sadico a finire così, prima di quello che potrebbe essere un confronto dopo tanto tempo, ma che probabilmente finirà male.. un po' come il resto della storia in effetti. Rispetto ad altri potrà essere stato più transitorio, non so cosa non ti abbia soddisfatta, ma penso che fosse necessario e mi ha coinvolta come al solito, il ché non è una cosa da poco.

Ti abbraccio tanto e, in quanto persona che ha ancora fiducia nel mondo, spero di rileggerti presto! XD

(P.s Mmm qualcosa mi dice che Shizuo sta comunque per perderlo il lavoro)

Recensore Junior
30/06/17, ore 02:00
Cap. 22:

Dopo un anno sono ancora qua. (Ee già!)(Okay, incominciano la recensione seria)
Che dire? Non è affatto un capitolo "brutto", anzi, il modo in cui l'hai impostato -sogno, realtà, passato-presente-passato e ancora sogno- mi ha preso tantissimo, e ha dato al capitolo una sensazione, non so, al limite del fiabesco (Baka e i deliri delle due di notte)
Shizuo. Shizuo, oltre a non perdere il lavoro, sta imparando a non perdere la pazienza, o è solo una mia impressione? Tutto quello che lo ha sempre unito ad Izaya si arricchisce ogni giorno di più, il suo legame gli pesa, eppure i suoi sogni e i suoi gesti lo stanno rendendo sempre sempre sempre più umano, sensibile, e paziente -perché che pazienza ci vuole per ascoltare Izaya che blatera in russo al telefono dopo giorni di silenzio? Pat pat Shizu-chan, Kasuka è fiero di te!- e Shizuo sta crescendo, non grazie ad Izaya ma per Izaya. O forse sono solo io che leggo e mi immagino film, come Shizuo quando è in preda alla gelosia. Chissà.
Izaya è ancora Izaya: un carinissimo puzzle da 1000 pezzi di cui 350 dello stesso identico colore. 100 sono attualmente persi, ed il puzzle così è impossibile da completare. Certo, i miracoli esistono e il super-scemo Shizu-chan potrebbe trovare un modo di rimettere apposto il puzzle...con l'aiuto di quel misterioso CD. Sono in hype per il contenuto, dai Shizuo, siamo tutti con te!

Nuovo recensore
27/06/17, ore 23:53
Cap. 22:

Ehi. Mi sono impegnata al massimo per scrivere prima la recensione e lasciartela qui, ma ci sono riuscita solo adesso... Devi sapere che ho iniziato a leggere questo capitolo proprio nell'esatto momento in cui hai aggiornato. Mentre tu pensavi all'html io caricavo la pagina di EFP per un tempo che mi sembrava infinito, mi sarà venuto il tic nervoso al pollice. Questa fanfic mi distrugge anche fisicamente *agguanta fazzoletto* Dicevo... ho iniziato a leggerlo appena hai pubblicato, ma a metà capitolo ho dovuto smettere e mi ci sono potuta rimettere sopra solo di sera. A primo impatto mi ha fatta sentire strana. Mi sembrava un capitolo diverso rispetto agli altri, specialmente per la struttura. A volte ho avuto qualche difficoltà a capire la cronologia dei fatti, se fosse sogno o realtá, ma sono intrecci che mi sono piaciuti. Una volta finito di leggere, mi sembrava anche troppo corto stranamente! Come al solito scrivi divinamente, qualunque stile usi. Credo di poter capire perché temevi che questo capitolo potesse non piacerci, di sicuro scriverlo dev'essere stato difficile, specialmente se è da tanto che cerchi di migliorarlo... però non fa schifo. Assolutamente. Forse non è, che ne so, il migliore che hai scritto? Probabile. Forse non è il capitolo preferito di qualcuno? Probabile anche quello! (Ammettiamolo, i favoriti saranno i capitoli della salopette rosa o della tigre gonfiabile... e non me ne stupirei se fosse così) (Poi ci sono io che mi sono innamorata del 16, più angst di cosí non si può) (... Oh sì?) Però. Non. Fa. Schifo. A me è piaciuto. E se mi ha fatto attorcigliare lo stomaco che a fine capitolo era messo peggio dello straccio che stava usando Shizuo per pulire, vuol dire che mi ha fatta emozionare. E per la cronaca, sì, mi ha fatta emozionare! Anche un po' piangere - se non mi fossi trattenuta. Perché vedere Shizuo in questo stato è illegale il mio babubabupicipicccinooo *sguardo da cane abbandonato* *lo stesso che hai messo nelle note finali* Tutto questo per dire che se alla fine hai partorito questo bambinone dopo 11 mesi che le ziette aspettavano tanto per poterlo ammirare nella culla, posso dirti che sono stati 11 mesi che hanno dato i loro frutti, ci hai regalato un bambolotto bellissimo che sbaciucchieró fino a quando non vedremo il fratellino. E soprattutto, credo che tutti apprezzino quanto ti sia impegnata per farcelo trovare scritto così com'è. 11 mesi, chi cavolo si scervella 11 mesi su un capitolo? Io avrei veramente optato per partecipare ad un torneo di bocce. Quindi, nuovamente, grazie per quanto ti impegni a scrivere sempre al meglio Violent Red. Sono tutti sforzi che apprezziamo tanto. Dopo essermi dilungata con la solita pappardella... passiamo alle cose importanti. COME TI SEI PERMESSA A PIAZZARMI "THE SHOW MUST GO ON" ALLE NOTE INIZIALI TI RENDI CONTO CHE IO STAVO GIÀ IN LACRIME LÌ NON PUOI FARMI QUESTE COSE. NON SO, LA PROSSIMA VOLTA SCRIVICI DIRETTAMENTE "ABAYO E AL PROSSIMO CAPITOLO" E POI AGGIORNA DOPO 10 ANNI COSÌ ANDIAMO TUTTI A TAGLIARCI LE VENE IN COMPAGNIA DI IZAYA. MA IO NON LO SO. 'STA GENTACCIA. Non so se te l'ho mai detto, ma non riesco mai a leggere Violent Red tutto d'un fiato. Come dire, me lo godo lentamente. ... Detta così sembra una frase un po' da masochista, ma giuro sul culo di Izaya che non lo è. Il punto è, ogni tanto devo alzare lo sguardo, specialmente nei momenti critici in cui penso "no, io non vado avanti, io non lo leggo nononono oh Dio perché" Tant'è che quando ho letto la frase "Si era addormentato con la mano sul cd." la reazione è stata esattamente questa: "Oh no-" "No Cristo" "Non mi dire che la parola chiave è-" "Nonononono" *Esce da EFP, chiude tutte le schede, è in procinto di spengere il cellulare* "Nononono io non vado avanti basta non posso nononono io /non/ lo leggo." *Ritorna su EFP dopo 30 secondi di attenta riflessione:"ho aspettato 11 mesi, ti pare che non lo leggo"* Il problema è che esternando i miei pensieri contrastanti in salotto, con mio fratello che assisteva alla mia crisi, l'ho fatto preoccupare per me. "Eli, cosa c'è che non va?" Sono una pessima sorella. Pessima. Come ho scritto sul forum tempo fa, immaginavo che la parola chiave avesse a che fare con registrazioni o qualcosa di simile, ma non sapevo se la comparsa di ipotetiche registrazioni fosse troppo presto. Voglio dire, a me sembrava un pochino presto, però allo stesso tempo si erano già fatti accenni alle cartelle... 4:17 minuti. E io bramo di scoprirne il contenuto. Da una parte vorrei che Shizuo non scoprisse ciò che è successo ad Izaya. Questo, come puoi immaginare, a causa dell'epilogo. Se Shizuo fosse a conoscenza del passato di Izaya, renderebbe ancora più cattiva la scelta che prende nell'epilogo. Quindi, qui mi divido in due: la parte che vuole che Shizuo scopra, la parte che desidera che Shizuo non sappia, anche se ormai è abbastanza scontato che Shizuo verrà a saperne di cose. Mi hai fatto un gran regalo inserendo il punto di vista di Shizuo: lo strapazzerei di coccole. "Chissà, forse Izaya era stato presente in ogni periodo della sua vita, impersonando la cosa che gli dava più fastidio." Questa frase mi ha fatto ripensare allo scorso capitolo, in cui Shizuo origlia la conversazione fra Nobu e Fujiko, pensando all'altro bambino. Mi sembra così carino che fin da bimbi fossero collegati da fili invisibili. Anche se Shizuo non ne era mai stato a conoscenza, fino ad ora. "La verità è che ci pensava da giorni, eppure provava sempre la stessa vertigine: il brivido all’idea di non essersi girato prima, quando le loro spalle si erano sfiorate passandosi accanto, ancora senza scontrarsi. Sarebbe cambiato qualcosa? C’era stata una traversa del tempo in cui la storia andava diversamente? Non aveva più importanza adesso." A parte il "non aveva più importanza adesso", penso che anche qui, chiedersi se agendo prima in passato avrebbe potuto cambiare qualcosa sia così dolce da parte di Shizuo. Mi sembra sempre come se pensi perennemente che tutto ciò che va male e lo circonda sia colpa sua. Si incolpa anche quando non dovrebbe. Lo trovo tenero. Trovo anche molto tenero come si aspettava che Fujiko gli dicesse qualcos altro sul caso di Izaya. Quando gli dice "Vengono sempre prima loro?" mi sembra di rivederlo bambino, con Fujiko occupata con il suo lavoro... Mi sembra così innocente, un cucciolo. Che, anche involontariamente, si sminuisce. Si sente abbandonato. O ha paura di essere di nuovo abbandonato, anche se non lo è mai stato. Credo si senta anche ingannato in un certo senso, no? Lei sapeva tutto ma non ha mai potuto dirgli nulla, aveva addirittura le cartelle in casa ma a lui non era mai stato riferito. Giustamente, come potevano dirglielo? E per questo inizia a dubitare dei suoi comportamenti in precedenza, capisce perché lo ha sempre spinto a legare un'amicizia con Izaya... quella che ai suoi occhi è sempre stata una mamma che si preoccupa per suo figlio, nella sua mente è diventata una mamma che si preoccupava solo di Izaya. O di sè stessa. Si sente nuovamente messo in seconda linea. Penso che sia anche normale avere questi pensieri dopo tutti i vari eventi accaduti. È sapere che Shizuo si arrabbia di avere simili idee in testa che mi fa sciogliere. Shizuo mi piace proprio per questo, è troppo onesto, anche un po' ingenuo, è un bambino nel corpo di un adulto, è adorabile. Mi domando come possa sentirsi Fujiko. Che voglia svelargli o no i segreti sul passato di Izaya, il punto è che non può. Credo che negare a Shizuo di scoprire la verità su Izaya sia dura. Penso che per una mamma sia sempre difficile dire di "no" a un figlio. Shizuo le sta chiedendo qualcosa e l'unica cosa che mamma H può fare è negargli il suo aiuto. Poi ripeto, se vuole confessargli cosa è successo a Izaya non è detto, però intanto è vincolata e anche se volesse non può. La scena della telefonata mi ha emozionata tantissimo. Non parlare la stessa lingua ma riuscire a comprendersi. Che è il contrario di quello che succede solitamente tra di loro, parlare la stessa lingua ma non riuscire mai a capirsi veramente. (Apro parentesi: Daniil❤) Ho pensato che gli stesse raccontando come si sentisse - magari anche la sua situazione in casa, ma niente di più. Un modo all'Izaya per esprimersi. Il flashback di Shizuo da piccolo mi ha spezzato il cuore. Kasuka che lo tiene per il mignolino e i genitori che gli dicono di essere orgogliosi di lui. Tutto impacciatello. Ecco, l'unica cosa che avrei tolto erano ovviamente i bambini che ridono di lui. Ma me lo vuoi mettere un flashback di Shizuo da bambino felice? Riguardo alle scene al Russia Sushi, Simon che dice a Shizuo di andare a riprendersi il suo "biello" mi ha stesa! E sono felice che sia comparso Tom. Alla fine, penso che Shizuo abbia già intuito cosa ha passato Izaya, altrimenti non mi spiego il significato dei sogni. Su Izaya non ho molto da dire questa volta, se non che l'ho trovato come se non avesse più difese, specialmente nella scena del volantino. Vorrei aspettare i prossimi capitoli per vedere quel che combina. Non capisco cosa intende Izaya quando gli dice che anche lui è in un posto buio adesso. E neanche Shizuo, con "cosa c'è sotto il letto?" E soprattutto, che diavolo è successo l'altra sera? Lo scopriremo nel prossimo capitolo, visto che doveva essere un capitolo unico, questo qui? E nel prossimo ci sarà sempre il punto di vista di Shizuo? ... Sono buona solo a fare domande- Te lo confesso: in realtá volevo aspettare il prossimo capitolo per lasciare una recensione, ma poi ci ho ripensato. E anche se l'ho scritta su due piedi volevo comunque lasciare qualcosina. E niente. Ci sentiamo sul forum. Mi spiace di non essere riuscita ad esprimermi bene, come al solito. Spero che tu gradisca lo stesso. Ciao~

Nuovo recensore
25/06/17, ore 22:52
Cap. 22:

OK ora posso assolutamente affermare con certezza che siamo bastarde uguali. In senso positivo ovvio. Avrei fatto finire il capitolo allo stesso modo. Questo non toglie che ti avrei volentieri strozzata, o comunque, mi è salita una gran voglia di vendetta, sappilo. Il capitolo è decisamente meraviglioso come al solito, anche se un paio di volte ho dovuto rileggere alcuni punti per capire. Mi sto ancora chiedendo cosa tu faccia nella vita per essere riuscita a rendere così bene la psicologia dei personaggi o se è una tua dote naturale. Avrei tante cose da dire ancora ma si stanno accavallando l'una sopra l'altra e ne verrebbe solo fuori un discorso senza senso. Per quanto riguarda il ritardo...bhe, ho aspettato quella volta in cui hai postato il capitolo 18 dove Izaya se ne andava con suo padre da casa di Shizu-chan e da quel momento al capitolo successivo è passato TAAANTO tempo, questo è stato anche un tempo di attesa relativamente breve per me. Complimenti davvero per il tuo stile e il tuo modo meraviglioso di rendere sempre al massimo ogni singola Emozione. Ci vediamo alla prossima~

Nuovo recensore
25/06/17, ore 16:26
Cap. 22:

Finalmente l'aggiornamento. Anche se ora ho ancora più dubbi e voglia di sapere come va avanti sono felicissima di questo nuovo capitolo. La parte bella e divertente è che ho convinto una mia amica a leggere VR, dicendole che era in prosecuzione e pochi giorni fa mi dice che l'ha finita e inizia dissertazioni varie su un certo cd. Io, che non mi ero accorta dell'uscita del nuovo capitolo perché evidentemente sono tarda, ho passato due giorni lontana da internet a domandarmi "che cd? Mi sono dimenticata qualcosa della storia? Magari devo rileggerla".
Perciò sto impazzendo dalla gioia perché non sono totalmente imbecille, ma c'è un capitolo nuovo. Ed è bellissimo, soprattutto la parte delle telefonate che trovo molto bella e delicata e romantica e sì, mi faccio un sacco di film.
Confido nel nuovo capitolo, grazie per aver pubblicato di nuovo, ne avevo bisogno. ♥
Alla prossima~

Nuovo recensore
20/06/17, ore 00:34
Cap. 22:

ben tornata!!!! quasi avevo perso la speranza di un nuovo aggiornamento....
ma invece eccoti qui!!!!!
capitolo davvero intenso, la parte dei sogni mi è piaciuta davvero, solo che a un certo punto ho avuto qualche difficoltà a capire se era un sogno o la realtà... ma nel complesso sembrava fatto apposta e questa sensazione di indefinito era perfettamente azzeccata alla situazione!!!
non vedo l'ora del prossimo aggiornamento, sperando che arrivi presto!!!! XD
alla prossima
KDG

Nuovo recensore
24/02/17, ore 18:51
Cap. 21:

se oltre alle opzioni : positiva- neutra-critica ce ne fosse una quarta sarebbe superfantastica!!! e per la tua storia metterei assolutamente questa!!!!!
non solo scrivi di due personaggi che io adoro, ma lo fai in modo magistrale!!! mi hai tenuta incollata al pc dall'inizio fino al capito corrente, tipo oddio devo assolutamente sapere cosa viene dopo e cosi l'ho letto tutto di un fiato!!!! e spero proprio che presto esca il capitolo nuovo!!! non riesco ad aspettare troppo rischio una serie crisi di astinenza da shizu-chan e izaya!!! :3 :3 :3 complimenti davvero!!! non vedo l'ora del prossimo capitolo!!!
K.D.G :3

Nuovo recensore
19/02/17, ore 19:28
Cap. 21:

Hey.
Non sono molto brava in queste cose - anzi, faccio proprio schifo - ma ho iniziato questa fan fiction per ammazzare il tempo e mi sono ritrovata a leggerla anche in metro mentre prima di andare in accademia e subito dopo essermi ubriacata di sabato sera. Forse suona un po' triste, ma la veritá è che ormai ero totalmente e completamente presa. Cercavo una storia del genere da... sempre, circa. Caratterizzazione perfetta, capitoli che non sono mai pesanti o superflui e una trama meravigliosa. Poi niente, andando a controllare l'ultimo aggiornamento ho visto che risaliva a luglio e sono morta dentro. Sapere come va a finire ora è in cima alla lista delle mie prioritá, dunque attenderó un nuovo aggiornamento in maniera ossessiva.
Intanto, grazie per averla scritta.
Spero di poter leggere e recensire presto un nuovo capitolo.

Nuovo recensore
30/12/16, ore 15:59
Cap. 21:

Allooora, da dove cominciare.
Ti prego sii paziente, quando leggo mi passano per la mente millemila cose da dire, ma poi quando si arriva al commentino il cervello mi si spegne, puf, che manco Shizu-chan di fronte al nostro Caro Piccolo Bastardello.
Partiamo col dire (ancora, lo so che sono ripetitiva, ma non riesco a enfatizzarlo abbastanza) che sono stra stra stra felice che tu abbia ripreso a scrivere questa ff, anima mia, luce della mia vita, la migliore che abbia trovato su efp (okay che ora non bazzico spesso da queste parti, ma prima ero una lettrice eeffepiana accanita, peggio delle quattordicenni con Cioè). Credo di averla trovata poco dopo l'inizio dello hiatus, visto che era ancora abbastanza recente sulla lista degli update sotto la tag (rigorosamente rossa, rossissima, rosserrima, si sa che siam qua per dem hot boyz) shizaya. Che poi non ricordavo mai quale fosse l'ultimo capitolo che avevo letto, visto che il capitolo 17 era segnato come 18, e capiscimi, ho la mente ristretta, Izaya si divertirebbe un mondo a pigliarmi per il culo, son più troglodita di Shizuo (no, anima buona, non è poi COSÌ stupido). E giù tutte le volte a rileggere l'inizio dell'ultimo capitolo, salvo poi riconoscere quella maledetta luce gialla dell'abat jour o come cazzo si scrive, ti giuro l'ho odiata (no, non te, so cosa vuol dire non aver tempo o ispirazione o voglia di scrivere). Arrivavo a quel punto e mi partivano i bestemmioni (a proposito di quel capitolo, hai fatto felice la bambina che c'è in me quotando il mio pezzo preferito del Piccolo Principe, quello che negli anni è stato ricoperto di sottolineature e ghirigori nella mia vecchia edizione tutta sbertucciata e bagnaticcia per i lacrimoni... addomesticatemi tutta).
Quindi potrai immaginare i gemiti inumani che mi son partiti vedendo questa fic in cima agli update, e ancor di più leggendo la dedica all'inizio del capitolo. Che poi non abbia mai scritto nulla per dire quanto lovvo (urca mi vengono i brividi a scriverlo) questa storia è un'altra cosa, sono un topino invisibile nella bibliotecona delle fanfiction. O forse avevo scritto qualcosina sotto il nome NinaNana o altri nickname bimbominchiosi di qualche account vecchio decrepito poi finito nel dimenticatoio. Boh. Fatto sta che ora son qui a sharare il mio love.
Innanzitutto: amo il tuo Izaya, anche più di quello reale (uhm... si insomma... originale). Fai delle descrizioni splendide di tutti i tuoi personaggi, di solito quando si scava così a fondo nel descrivere le personalità, sopratutto reiterandone alcuni aspetti come fai tu, si rischia di diventare noiosi, ripetitivi e ridondanti. Ma tu no. Hall hail author nim.
Per non parlare delle metafore che /lasciate passare che arriva l'AUTRICE/. Con capital everything. Nel penultimo capitolo, quella del proiettile ha sfondato me.
Izaya che vuole quello che non vorrebe volere, Izaya che indossa una maschera dietro l'altra, tanto che non si capisce più quale sia la sua vera faccia, Izaya che ha ancora dentro di sé il bambino spaventato e arrabbiato col mondo perché il mondo si è rifiutato di aiutarlo, e che però NON lo rende debole, un po' più fragile sí, ma questo Izaya ha tanto carattere da riempire Ikebukuro, si può dire tutto di lui, ma che sia debole proprio no. Che dire, è perfetto (nel suo essere tremendamente imperfetto). Nel capitolo in cui hai introdotto le "voci" all'interno della sua testa mi ha ricordato le tante personalità di Sibyl (non so se hai mai visto il film). È decisamente molto più umano dell'Izaya dipinto dalla serie, sia anime che novels.
Vien da sé che l'unico in grado di maneggiare questa mina anti-uomo camminante pare essere Shizu chan. Che vien descritto come un gran bamboccione, ma ogni tanto gli partono sti lampi di genio che salvano (o fanno precipitare) la situazione. Ammmore Shizu-chan. La scena del bacio in ospedale mi sapeva di limone, l'ho adorata ma mi è scesa in gola così aspra che diocaro volevo gettare il cellulare giù dalla finestra. È stato adorabile, tutto preoccupato a pipparsi gelsomini sotto la finestra di Iza come un Romeo un po' sfigato (Pulce, non quasimorirgli più, okay?), e poi quando non riusciva a smettere di sorridere dopo aver scoperto che il Bastardello non era morto. È squishosissimo il buon vecchio Shizu, e quel "nemici come prima" mi puzza parecchio. Ma tanto tanto. Specie con un Iza così confuso come lo hai descritto nell'ultimo capitolo. Gioia mia, che tristezza vederlo piangere (dal ridere? Come no...).
Ora, signori e signore, un annuncio importante: il Paparino mi sta sul cazzo. Ma pesantemente. Che genere di padre non ha le palle di allungare il braccino santo anche solo per patpattare il testolino del figlio dodicenne che parrebbe aver subito degli abusi? È una merda, di quelle fumanti, squaquaraquate e marroncine chiare, da indigestione di latticini mezzi avariati. Quegli abbracci mancati mi son rimasti sullo stomaco, se non fossi una personcina composta (sese) sarebbero scesi i lacrimoni al "lo odio/mi vuole bene/mi odia/gli voglio bene" (questi pensieri ultra iper mega-ma anche no-contraddittori sembrano abbastanza ricorrenti nel cervellino della Pulce, ah a proposito, adoro quando Shizu usa questo soprannome).
Ma se lui è una merdaccia, la moglie mi fa ancora più schifo. Non so perché, tra i due a ferire Izaya parrebbe più lui, ma bho. Ogni volta che salta fuori quella sorta di ameba piagnucolone della mamma di Iza (scusa gli insulti, so che sono tuoi personaggi, ma devo farti i complimenti per aver saputo creare personaggi così odiosi, forse ai livelli del Gran Troione Lannister e del Figlioletto Nazista), ho il cervello che mi sibila (con eco, prego) "baldraccaaaa". Quella donna pare esser nata senza spina dorsale, eppure ho l'idea che si rigiri il marito come meglio crede. Ma forse mi sbaglio. Fatto sta che è un po' una madre del caspius... un po'? Diciamo che se invece di far figlioli si faceva una partitina a briscola col marito era meglio, ma così non saremmo stati graziati con l'antipaticiss... ahem, deliziosa presenza di Izaya (scherzo, lo amo con tutto il kokoro).
La big revelation della signora Heiwajima mi ha decisamente spiazzata. In effetti quella donna pareva saperla lunga, ma non COSÌ lunga. I sentimenti di Shizuo verso sua madre me lo rendono ancora più fluffoso, quel suo atteggiamento da "non merito che qualcuno di così buono mi ami" mi puncha le budella ogni maledettissima volta.
A proposito di alti e bassi emotivi, tu ci piazzi su questo carrellino di montagne russe, dai un'allegra spintarella, e noi giù a urlare, col kokoro che prima ci si solleva in gola, poi ci sprofonda negli anfratti più scuri dello stomaco. Vacci piano, così ci ammazzi (No, no, non dico sul serio, io vivo di angst abbestia, mi nutro di drama, bevo sentimenti contrastanti e respiro denial). Ogni volta che le cose sembrano andare un pelino meglio, ops, scappa qualcosa che fa inccazzare/ delude/ spaventa qualcuno. E poi leggo questa ff con quest'ombra incombente del "prologo-epilogo" (l'autocorrettore mi dava "prologo-etilico", c'è qualquadra che non cosa nella mia vita) che m'impedisce di stappare lo spumante ogni volta che i miei occhietti miopi scorgono un bagliore di felicità per sti due sfigatelli (ma nah, è l'oro degli sciocchi). È il mio elefante nella stanza, cerco di dimenticarlo, ma c'è questa vocina, la stessa che sottolinea la puttanaggine di mamma Orihara, che sussura (eco, di nuovo) "va tutto a puttaneeee". E bho, io spero di no, spero che dopo l'epilogo compaia magicamente un post-epilogo, un avanti veloce verso il dopo-canon in cui CAPISCONO, in cui RIPARANO, perché buon dio Izaya ne ha bisogno, anche se probabilmente non se lo merita, vorrei davvero tanto, tantissimo che qualcuno gli desse una possibilità e che lui stavolta l'accogliesse. E so che la vita non funziona così, che il lieto fine spetta a uno su un milione, che va cercato e si raggiunge per compromessi, e dubito che Izaya e Shizuo siano tipi da scendere a compromessi. Ma almeno nella finzione, c'è quella parte (GRAN parte) INFP che ci spera davvero nel "e vissero felici e contenti" (vedi, non chiedo nemmeno il "per sempre", sono ingenua ma non completamente idiota). Detto questo, è la tua ff, potresti scrivere qualcosa come "e un meteorite si schiantò su Ikebukuro e morirono tutti tranne il gatto sciancato di Shizuo" e ti adorerei lo stesso.
Oookay. Non ho detto tutto, anzi non ho detto niente, ma per ora basta così, non voglio farmi odiare dopo due o tre messaggini, forse dopo cinque o sei, ma per ora mi pare di aver sproloquiato abbastanza (e parlato di poco niente). Aspetto con ansia il prossimo capitolo torcibudella (but IN A GOOD WAY!).
Peace~

Nuovo recensore
01/12/16, ore 23:57
Cap. 21:

Ok....ti prego continua....continua....CONTINUAAAAAA!!!!!XD Non ho mai letto una ff piu' bella e ben scritta della tua!Complimenti davvero ma ti prego....non abbandonarci!!!!Un grosso abbraccio!!!
Sara
(Recensione modificata il 02/12/2016 - 12:02 am)

Recensore Veterano
06/08/16, ore 00:48
Cap. 21:

DIO MIO
IO NON HO PAROLE- questa fan fiction mi distrugge, semplicemente mi distrugge! Ancora una volta sono qua senza parole tra l'idillio più totale nella perfezione di come scrivi e come caratterizzi questi personaggi intricatissimi e la disperazione e il disappunto per i miei pOVERI BAMBINI CHE NON SI MERITANO TUTTE QUESTE COSE BRUTTE *ruba e porta a casa*
Voglio avvolgerli in una coperta e ingozzarli di lasagna fino al raggiungimento del nirvana, l'ho già detto? Davvero, vedere come vengono trattati dai genitori -IZAYA SOPRATTUTTO PER L'AMOR DI GESÙ- mi provoca una frustrazione immensa. Pensare poi come vanno le cose tra Shizuo e Izaya e non avere neanche uno straccio di evoluzione sull'argomento, né sapere QUANDO e SE accadrà, mi fa mangiare davvero le mani. SONO COSÌ ANSIOSA TIPREGOPUBBLICASUBITISSIMO no scherzo puoi farlo quando vuoi ma ecco io sarò qua in ansia perché dopo tutto questo angst ho bisogno fisico di un pochino di fluff.
E insomma
Alla prossima~

Recensore Veterano
31/07/16, ore 16:57
Cap. 19:

CI RENDIAMO CONTO DI QUANTO HO ASPETTATO. 
Ho tenuto aperto l'account EFP solo per te e un'altra ragazza, te in primis. Questa storia, una manna. Ha inventato il #MAINAGIOIA prima che diventasse famoso nel webbe. Proprio Izaya, sei un mainagioia che non si applica. My dear, tra l'altro, non mi ricordo un cazzo (si può dire? È legale? Mi perdoni?) se non sprazzi di lacrime che ci ho passato su. Però ho letto comunque questo Update subito ed ero tipo: "Ma questa cosa...?" "Cos'è successo...?" "HELP I DON'T REMEMBER", prometto che la rileggerò tutta appena finirò di leggere gli update #ERROR404LOGICNOTFOUND, ma capì che dopo quattro anni uno non si può permettere di perder tempo, okay! 
TI AMO. Una cosa che mi mancava di 'sta storia è (Izaya) il tuo stile che è plateale (Izaya), soprattutto nella parte in cui descrivi tutta l'infanzia di Izaya (IZAYA!) attraverso le parole dell'assistente (I-Z-A-Y-A), cioè vabbuò di che stiamo parlando? Plateale, davvero. Di una così palpabile ansia che nemmeno se mi mettevo a leggere i thriller dei misteri mai risolti, nemmeno l'enigma del Sacro Graal, nemmeno se parliamo del Codice da Vinci, ti giuro. Ho amato alla follia. E nevermind, ora continuo. Ciao, grazie di non esserti dimenticata per sempre di tutto ciò. <333

Recensore Junior
31/07/16, ore 01:53
Cap. 21:

Ran!
Con incommensurabile ritardo rieccomi qui! :D *pensa a con chi sta parlando e ritratta: piccolo ritardo XD*

Capitolo bellissimo. Sì, è vero, non ci sono state epiche imprese eroiche (e_e), ma l'ho amato dall'inizio alla fine e sono passata dalle quasi lacrime alle risa più volte nel giro di poche righe. Insomma, quando scorri la pagina e speri che la barra laterale sia sempre piccolina e in alto a indicare che c'è ancora tanto da leggere, penso che il capitolo sia un successo.
Non so da dove partire perché ho troppo sonno per parafrasare l'intero capitolo e dirti cosa mi è piaciuto, specie dal momento che ogni frase era importante e arricchiva in qualche modo il quadro generale.
Ero già compromessa dall'inizio, quando Shizuo ragazzino origlia la conversazione dei suoi ed è in preda al panico fin da prima di iniziare ad ascoltare, perché anche io ero nel panico con lui, in quel momento. E quando Fujiko ha iniziato a parlare di Izaya chiamandolo cucciolo e ha detto di rendersi conto di avergli voltato le spalle mi si è stretto il cuore, perché per un attimo ho visto il suo viso di bambino deluso e spaventato che lancia la tazza per terra. Ora che ci penso non sono sicura che l'abbia lanciata lo stesso giorno che gliel'ha regalata, ma in ogni caso mi ha colpita T.T
E poi si rivede quella stessa tazza anni dopo nella cucina .. e Shizuo non sa niente.. (non sapeva niente, perché ora immagino che verrà a sapere qualche cosa e.e Ecco, smanio per sapere cosa succede dopo l'entrata in scena di Onoue. E anche per sapere cos'ha pensato del fatto che Fujiko fosse anche la mamma di Shizu-chan :3)
Era un momento toccante e stavo davvero per mettermi a piangere, ma quando lo Shizuo del ricordo ha captato onde d'odio solo sentendo parlare della pulce che ancora non conosceva, ho riso, e tanto u.u Ma è stato anche incredibilmente tenero pensare in che modo le loro vite siano intrecciate. E triste anche, perché la felicità di uno comprometteva quella dell'altro, ma del resto, chi altri avrebbe potuto scegliere Fujiko?

Oh, e quando Shizuo stava litigando col gatto (e adoro quel gatto u.u) e gli ha detto “Mi rifiuti anche tu?” mi stavo già aspettando le frecciatine della mamma che, quando sono arrivate, mi hanno stesa. Amo mamma H. Eppure dev'essere “particolare” vivere in casa con una come lei, un po' come avere il cranio trasparente e i pensieri sempre in bella vista e.e Ora che ci penso, quell'accenno al divorzio mi ha sconcertata, perché fino a un istante prima pensavo fosse tutto rose e fiori in questa famiglia (scatti d'ira a parte), ma so decisamente troppo poco per poter dire qualcosa.

Tornando alla tazza dello Psicosauro (che, se esistessero i gadget di questa storia, vorrei avere), pensavo alla preoccupazione per le crepe che sarebbero rimaste e a come questo genere di cose abbiano influenzato Shizuo e a che valore aggiunto diano a frasi come “mi piacciono le cicatrici” (aveva detto una frase del genere vero?? Non sto iniziando a immaginare le cose, vero?). E niente, tutti questi piccoli dettagli sono meravigliosi.

Passando a Izaya.. che pesantezza! Non fraintendere, non tu, la situazione, o meglio, pesantezza è un eufemismo, ma sono a corto di parole. Vorrei andarci io ad abbracciarlo, accidenti, ma tanto mi respingerebbe con sdegno. Mi piange il cuore a vederlo così fragile nel bramare un abbraccio, mi è sembrato di sentire Crak quando Shirou ha preso il bicchiere dietro di lui. Eppure mi fa pena anche lui nel suo non sapersi comportare. Anche se arrivati a questo punto è davvero difficile risanare il “rapporto”. Mi chiedo perché non l'abbia abbracciato ai tempi di Izaya dodicenne.. dev'esserci ancora qualche tassello mancante, perché, visto lo stress che si procura per starci dietro, pur non facendone una giusta, è evidente che gli voglia bene. Sembrano stare su due pianeti diversi e parlare lingue differenti.
In generale, i comportamenti dei genitori di Izaya mi spaventano, perché sembrano fare quel che fanno con tutte le migliori intenzioni, eppure è tutto un disastro e, a volte, ho il terrore di sbattere anch'io contro un muro come fanno loro. Ma allo stesso tempo mi affascinano come personaggi e vorrei riuscire a comprenderli.

È qualcosa di malato anche la “gratitudine” di Izaya per la depressione di Kyouko che mette tutto in stasi nell'attesa che i problemi non si vedano più. Hai scritto “pioveva, ma non restava il fango”.. è terrificante, perché non c'è via d'uscita.

Beh...
ora voglio davvero sapere come prosegue la faccenda con Onoue, però <_<

P.s.
Shizuo che chiede scusa a sua madre è l'amore

Nuovo recensore
22/07/16, ore 14:14
Cap. 1:

Alloraaaa.
Recensii già tempo addietro questo splendido capolavoro; ma, rileggendo ciò che scrissi, non mi è sembrato abbastanza esaustivo da farti intendere quanto io mi senta legata a questo tuo lampo di genio perpetuo.
Bando alle ciance, quando sono venuta a sapere della tua improvvisa quanto mistica ed altrettanto attesa apparizione, quasi sono scoppiata in lacrime. E non sto scherzando. Sono quasi caduta dalla sedia dall'emozione, dico davvero. Ti scrissi che era un peccato vedere questa tua splendida creatura abbandonata a se stessa, che avrei davvero apprezzato un tuo ritorno, un tuo sblocco, ed eccoti qui. Mi hai letteralmente tolto il fiato, perché io del tuo Izaya sono innamorata fino allo sfinimento, ne sono letteralmente rimasta rapita sin dal primo capitolo perché lo vedo così simile a me da star male, e quando ho visto i nuovi capitoli non ho potuto fare a meno di divorarli, di emozionarmi ancora, di rileggere tutto dal principio, di emozionarmi ancora e leggere per l'ennesima volta i capitoli che più ho adorato in assoluto.
Non saprò mai come ringraziarti per l'immensità di emozioni che hai saputo regalarmi attraverso le tue parole, la tua a dir poco ammirevole capacità di scrittura e l'abilità di saper strutturare personaggi così complicati al punto da renderli quasi reali, da farmeli sentire nell'anima fino alla fine.
Grazie ancora, davvero.

[Precedente] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 [Prossimo]