Storie originali > Romantico
Ricorda la storia  |       
Autore: LollyPop27    16/06/2013    3 recensioni
Rachel Strauss non ha fretta di innamorarsi o trovare un ragazzo, ma la sua migliore amica London la pensa diversamente. Quando la ragazza finisce nei guai dopo essere stata obbligata da London ad andare ad una festa del college di suo fratello per il suo diciannovesimo compleanno a salvarla ci penserà un ragazzo dagli occhi più belli che Rachel abbia mai visto. Ma Nate non è il principe azzurro che Rachel desidera. Certo, è bello come una star di Hollywood, ha un futuro come cantante e chitarrista, ma è anche il migliore amico di suo fratello.
Per non parlare della sua fama da playboy poco incline alle relazione.
No, non è per niente ciò di cui Rachel ha bisogno.
Però quegli occhi... forse è già troppo tardi.
Genere: Drammatico, Romantico, Sentimentale | Stato: completa
Tipo di coppia: Het
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno | Contesto: Scolastico, Universitario
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Prologo
-Dai Rachel, non puoi tirarti indietro proprio adesso!- esclama London, la mia migliore amica da… sempre. Oggi è il mio compleanno e compio 19 anni finalmente. Poche settimane fa ci siamo diplomate e addio scuola superiore, non che mi mancherà. Comunque, per festeggiare quella pazza della mia amica ha deciso di imbucarci ad una festa del college di mio fratello, ovvero quello in cui andremo entrambe l’anno prossimo, e per dirla breve se Jason ci scopre posso dire addio ad ogni speranza che mi faccia partecipare ad altre feste in futuro. Jason Strauss alias mio fratello maggiore può essere molto protettivo, soprattutto da quando mamma e papà ci hanno lasciati dieci anni fa. Prendersi cura di me è diventata la sua missione di vita e devo dire che l’ha presa molto sul serio.
-London, dimmi di nuovo come mai mi sono lasciata trasportare in questa missione suicida!
-Devo anche ricordartelo? Li vedi tutti questi ragazzi? Dimentica i bambini delle superiori, ora c’è un nuovo mondo che ti aspetta.
London May è sempre stata una ragazza molto… interessata… al genere maschile. Non per niente la sua prima cotta risale ai tempi dell’asilo. Io sono l’esatto opposto. Prima cotta: prima superiore. Primo bacio: terza superiore. Fine della mia storia sentimentale. Ovviamente ci sono stati altri baci, ma niente di più. E quante ragazze possono dire lo stesso a diciannove anni? Diplomata e ancora ferma alla prima base. Ma secondo London le cose stanno per cambiare, e se così non fosse… bè ha deciso che le farà cambiare lei. Adoro quella ragazza, ma l’ultimo dei miei problemi al momento è quello di dovermi preoccupare di finire con il cuore spezzato.
Questo non mi vieta di divertirmi un po’ questa sera, però…
-Vedi quel ragazzo laggiù? Quello con la camicia blu? È da mezz’ora che ha gli occhi puntati su di te!
Individuo il ragazzo fra la folla e vedo che sì, mi sta fissando, però non mi piace il modo in cui lo sta facendo. Mette i brividi. È alto, forse più di Jason, e ha capelli neri un po’ troppo lunghi per i miei gusti. I suoi occhi sono penetranti, anche se la poca luce rende difficile individuarne il colore.
-Vai a parlargli!
-Non se ne parla, London!
-Non puoi aspettare che i ragazzi piovano dal cielo!
Penso che molte ragazze lo definirebbero figo, a me personalmente non piace più di tanto, ma dopotutto se London dice che dovrei parlargli forse dovrei darle ascolto. È lei l’esperta.
-Ho bisogno di qualcosa da bere o non avrò mai il coraggio di andare là.
-Ma certo, Rachel!
Raggiungiamo insieme il bancone dove ordiniamo due bicchieri di Whiskey giusto per eliminare un po’ d’imbarazzo.
Dopo il primo giro mi sento già abbastanza ubriaca da andare dal ragazzo misterioso.
-Ehi!- esclama London per attirarlo.
-Ehi, ragazze.- risponde lui senza distogliere lo sguardo da me, o meglio dalla mia scollatura pressoché inesistente. Giuro che se si lecca le labbra vomito!
-La mia amica qui vorrebbe ballare, ma è troppo timida per chiedere.
-London, non so se è il caso…
-Ricorda, Rachel. È il tuo compleanno, devi divertirti!- commenta spingendomi tra le braccia dello sconosciuto.
Cerco di protestare ma inutilmente, quindi decido di arrendermi. London me la pagherà.
-Vuoi ballare?- domanda il ragazzo.
-Uhm, no…
-Come ti chiami, bellezza?
-Rachel.
Abbiamo deciso di non dire il mio cognome nel caso che qualcuno conosca Jason, ma penso che non l’avrei detto comunque. Questo tipo mi mette i brividi, possibile che sia tutto nella mia testa? London mi ha spinta fra le sue braccia quindi non può essere pericoloso.
-Vuoi qualcosa da bere, Rachel?
No. –Sì.
Andiamo avanti a parlare per un’oretta e presto perdo il conto dei bicchieri bevuti. Dopotutto è solo una sera, è il mio compleanno e London me lo rinfaccerà a vita se non cerco di divertirmi un po’.
-Si è fatto tardi, devo trovare la mia amica.- mormoro alzandomi in piedi. Muovo qualche passo ma l’alcool mi impedisce di trovare l’equilibrio adatto per reggermi su queste scarpe. Oh, London!
-Permettimi di aiutarti.
Non vedendo altro modo per riuscire a camminare accetto il suo aiuto. Vedo tutto confuso, forse ho esagerato con il whiskey. Chiudo gli occhi per un secondo, solo uno… Li riapro quando sento una brezza leggera sulla pelle. Quando siamo usciti?
-Lasciami!- esclamo.
Non voglio rimanere fuori al buio, sola con uno sconosciuto. Dove cazzo è finita London?!
-Vieni qui, dolcezza. Dove scappi?
-Ho detto lasciami!
Cerco di allontanarmi ma il mio corpo non regge l’alcool, non sono abituata, e barcollo.
-Dov’è la mia amica?
Mi guardo intorno alla ricerca di London, ma non la vedo da nessuna parte. –Aiuto! London! Qualcuno mi aiuti!
Grido più che posso anche se so che è inutile. Non c’è nessuno.
Chiudo gli occhi e inizio a singhiozzare, lo sapevo che era un errore venire!
-Lasciala!- grida una voce da lontano.
-Herrington, togliti dalle palle!- risponde il mio assalitore.
-Stephan, ti ho detto di lasciarla subito andare!
Non apro gli occhi, non ne ho la forze. Sento delle voci, dei rumori di lotta e all’improvviso due braccia forti mi circondano. –Ssshh. È tutto ha posto, quel bastardo non ti farà più del male.
-London, la mia amica! Devo trovarla!
-Non ti preoccupare, è al sicuro con tuo fratello.
Mio fratello?! Oddio, ora non si fiderà mai più di me. Come ho potuto essere così stupida?
E chi è questo ragazzo che mi sta sollevando fra le sue braccia? Perché mi ha salvata?
Apro piano gli occhi, per paura di essere di nuovo fra le mani di Stephan, ma l’unica cosa che vedo sono due occhi azzurro chiaro quasi grigi che guardano fissi nei miei.
Non c’è niente di spaventoso in questo ragazzo e conosce mio fratello, penso.
Stancamente sussurro un grazie e mi lascio cullare dal suo abbraccio, godendomi la pace che precede la tempesta che mi aspetta sotto forma di mio fratello.
Jason Strauss sa essere molto protettivo.
 
 
 
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
 
Questa storia è solo all'inizio, per ora ho scritto solo il primo capitolo, ma sono impaziente di sapere cosa ne pensate! Aspetto le vostre recensioni :*
  
Leggi le 3 recensioni
Ricorda la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Romantico / Vai alla pagina dell'autore: LollyPop27