Storie originali > Epico
Segui la storia  |       
Autore: ffancy    23/03/2017    3 recensioni
Una raccolta di brevi storie (300 parole) sulle coppie della mitologia greca in chiave moderna.
aestethic!AU
Scrivetemi sette parole chiave e un pairing e io vi scrivo una storia.
I - Ade/Persefone: converse rosa, biglietti, auto nere sportive, la nebbia di novembre, Rimbaud, il lucidalabbra alla ciliegia, solitudine.
II - Efesto/Afrodite
III - Zeus/Era
IV - Ares/Artemide
V - Dioniso/Arianna
VI - Amore/Psiche
(commentate e scrivetemi per nuovi prompt!)
Genere: Dark, Romantico, Slice of life | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het, Slash
Note: AU, OOC | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

 Ade/Persefone | 300 parole | aesthetic!AU

Converse rosa, biglietti, auto nere sportive, la nebbia di novembre, Rimbaud, il lucidalabbra alla ciliegia, solitudine

 

Ade la guardava dallo specchietto retrovisore, gli occhi della ragazza intrappolati nella prigione delle ciglia nere, il suo profumo sdolcinato di fiori, le labbra lucide; canticchiava sottovoce Get away with murder e scalciava debolmente contro il sedile anteriore della sua Porsche, le Converse rosa shocking, il ferro di una lattina incastrato fra i lacci.

Era salita sulla sua auto in una giornata di novembre davanti al cancello di un cimitero, chiedendo un passaggio a casa; Ade detestava gli sconosciuti, e ancora di più detestava le ragazzine. Ma lei ... si era scoperto a cercarla fra le ondate degli studenti che uscivano da scuola, nei locali più gothic/punk che conosceva – e che potevano essere frequentati solo da una ragazzina che indossa Converse rosa – e alla fine l’aveva trovata nello stesso luogo della prima volta, i lunghi capelli intrecciati di fiori.

Aveva scoperto diverse cose su di lei, come per esempio il fatto che le sue letture spaziassero da García Marquez a Rimbaud, mentre le sue idee politiche coincidevano in tutto e per tutto con un manifesto marxista (ma di quelli realizzati dai figli dei fiori nel ’68, con i francobolli di LSD sotto la lingua.). Gli aveva lasciato un biglietto strappato da un block notes a quadretti con su scritto Persefone, e Ade si era perso nell’idea delle sue dita che gli allentavano il nodo della cravatta e gli slacciavano la cintura. « Ho bisogno di te nei mesi di inverno in cui sono sola, » gli aveva detto.

Il sorriso di Perse era sanguigno e lo sguardo chiaro di Ade le sferzava il viso.

« E d’estate, Persefone? »

«  Andrò lontano, chissà. In Messico, a Cuba, ai Caraibi ... ma adesso sono qui. »

Sotto l’aroma di ciliegie, le labbra di Perse avevano il sapore del sangue.

   
 
Leggi le 3 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Epico / Vai alla pagina dell'autore: ffancy