Storie originali > Poesia
Segui la storia  |       
Autore: NobodyUnderstandsMe    10/09/2017    0 recensioni
Solo bile mascherata da belle ed educate parole. Ma sempre bile rimane.
Solo scritti vecchi e nuovi, in modo da formare una caterva di vili pulsioni ferine. Perché, in fondo, anche l'uomo è divenuto belva, ormai.
Genere: Angst, Introspettivo | Stato: in corso
Tipo di coppia: Slash
Note: nessuna | Avvertimenti: Contenuti forti
Capitoli:
 <<  
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

A Orrore, che si è impadronito di ciò che scrivo.

A Bellezza, che si è dimenticata di irradiare i miei scritti.

A Baudelaire. A me. A voi.

Inno a Orrore.

Su abissi di seta,

Risplendi impavido:

Le parole sono morte

Per il tuo bacio cariato;

I sofismi giacciono inermi

Su un corpo di mosche;

I diamanti sono appassiti

Nel buio del tuo nome.

 

Amore,

Orfano di significato,

Danza, ora, al ritmo di nenie

Tessute da Odio.

 

Arte, 

Sovrana stridente,

Cuce le sue ferite

Con un ago di Terrore.

 

Ci hai uccisi.

Tutti.

Col silenzio della spada,

Il fiele degli umani

E il fervore di una notte

Di denti, di stomaci

Che vomitano menzogne.

 

 

   
 
Leggi le 0 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
 <<  
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Poesia / Vai alla pagina dell'autore: NobodyUnderstandsMe