Film > Inception
Ricorda la storia  |      
Autore: Ilakey_chan    06/01/2011    14 recensioni
Phillipa Ŕ una bambina piccola e come tutte le bambine piccole viene estremamente sottovalutata. [slash - Eames/Arthur]
Genere: Commedia, Generale | Stato: completa
Tipo di coppia: Shonen-ai, Slash
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
E

E' un classico.
Slash: Easmes/Arthur

Phillipa

Phillipa Ŕ una bambina e come tutte le bambine piccole viene estremamente sottovalutata.
Quando aveva quattro anni il papÓ le disse che la mamma se ne era andata via.
"E' dovuta andare molto lontano, non tornerÓ pi¨ ma vi vorrÓ sempre bene."
Phillipa capý subito che la mamma era morta.
Qualche mese dopo iniziarono le frasi della nonna. "Tuo papÓ tornerÓ presto." E Phillipa non ci mise molto a comprendere che probabilmente il papÓ non sarebbe mai pi¨ tornato.
Quando Phillipa compý sei anni il papÓ torn˛ e la bambina seppe, quasi d'istinto, che era stato un colpo di fortuna e che non sarebbe pi¨ ricapitato. Cosý decise che ci˛ a cui si sarebbe dedicata da ora sarebbe stato tenere unita la sua famiglia.
Il nonno e la nonna tornavano spesso a trovare lei e James (portavano sempre dei bellissimi regali) e con loro a volte giungeva quella che sarebbe stata una nuova amica. Ariadne non ci mise molto ad essere inglobata nella famiglia. Era la migliore di tutte, era morbida e divertente come una mamma e disegnava meglio del papÓ.
"Torner˛ il prossimo weekend e ti insegner˛ nuove parole in francese!" esclamava spesso Ariadne con il suo tono di voce gentile. Phillipa sapeva che non mentiva.
Con il ritorno del papÓ era tornato anche lo zio Arthur. Quando Phillipa chiedeva allo zio Arthur come conoscesse il papÓ e la mamma Arthur rispondeva sempre con la stessa storia.
"Lavoravamo per il governo, io e tuo padre. Fu lý che Cobb incontr˛ la tua mamma." (Che era una storia molto diversa da quella che raccontava il papÓ. Lui sapeva mentire molto bene ma Arthur diceva sempre la veritÓ.)
Phillipa sapeva bene che Arthur non rimaneva con loro per pura bontÓ di cuore ma che spesso era lý per lavoro. PapÓ faceva un lavoro strano (Phillipa aveva spesso colto le parole "sogno" tra una frase e l'altra) ma nessuno le voleva spiegare di cosa si trattasse.
Con il lavoro del papÓ la famiglia si allarg˛ ancora.
Una volta Phillipa conobbe un signore giapponese dall'aria distinta che asserý di essere negli Stati Uniti per vedere "Il risultato della sua ricompensa" (Phillipa poteva sentire l'odore dei suoi soldi fin dalla sua cameretta; la nonna le aveva insegnato bene) ed altre volte incontr˛ un uomo dall'accento bizzarro e che sapeva di disinfettante (Yusuf, non le portava mai nessun regalo ma almeno non tentava di prenderla in braccio ogni volta che la vedeva come faceva il nonno).
Quando Phillipa compý sette anni incontr˛ Eames. In realtÓ si innamor˛ un pochino di Eames e segretamente decise che doveva sicuramente essere il figlio di qualche nobile inglese scappato da Londra per non dover sposare la donna che amava.
Eames parlava cosý veloce che a volte era difficile capirlo e vestiva come la signora Johnson della scuola, il che era tutto dire perchÚ la signora Johnson era un po' pazza e di solito indossava solo vestiti a fiori.
Eames per˛ era come acqua ed era difficile da afferrare ("Torni a trovarci, signor Eames?" chiedeva Phillipa, a volte. "Certo," rispondeva Eames, mostrandole un nuovo trucco di carte prima di sparire per mesi e mesi).
"Zio Arthur, dov'Ŕ il signor Eames?"
"A Londra."
Phillipa, che spesso veniva sottovalutata per la propria etÓ, non ci mise molto a capire cosa stava succedendo.
"Zio Arthur, dov'Ŕ il signor Eames?"
"In Italia. A Roma." Oppure: "In Russia." O ancora. "A New York."
Lo zio Arthur sapeva sempre tutto sul signor Eames. La nonna aveva addirittura ipotizzato che lo tenesse sorvegliato ma Phillipa aveva capito tutto (e meglio) ben prima di lei.
"PapÓ," aveva chiesto un giorno la piccola Phillipa a Cobb, uomo di mondo ma anche padre premuroso, "anche se sono un po' gelosa puoi dire ad Arthur che va bene se decide di sposare il signor Eames."

  
Leggi le 14 recensioni
Ricorda la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Film > Inception / Vai alla pagina dell'autore: Ilakey_chan