Recensioni per
II ciclo di Fheriea - La Ragazza del Sangue
di TaliaAckerman

Questa storia ha ottenuto 181 recensioni.
Positive : 181
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Veterano
19/04/19, ore 20:23

Ciao!
Come promesso ecco la recensione finale. Ne faccio sempre una quando termino una storia su EFP e questa ovviamente non farà eccezione.
Ho deciso di dividerla in due parti: le cose che mi sono piaciute e quelle che non mi sono piaciute.

Le cose che mi sono piaciute
Lo stile e la fluidità del testo. Devo dire che sei davvero brava. La storia si legge facilmente e non ho mai avuto difficoltà a capire che cosa stesse accadendo e a chi. La brevità dei capitoli aiuta, specialmente nella lettura a video dove gli occhi si stancano di più che in quella classica. Non so se è stata una scelta voluta o frutto del caso, ma comunque a me è piaciuta e ha reso molto facile proseguire.

Lo stile asciutto e diretto l’ho apprezzato molto e si adatta al tipo di storia che hai narrato. Anche i dialoghi funzionano abbastanza bene.

Le uniche pecche sono le descrizioni della fauna locale (di cui ho già parlato in un’altra rece) e l’uso occasionale di qualche espressione che secondo me non è molto in linea con l’ambientazione (ma ci tornerò dopo). C’è secondo me anche qualche anacronismo (i batuffoli di cotone), ma ne parleremo dopo.

I personaggi. Qui hai dato il meglio e si vede. Dubhne e gli altri coprotagonisti sono ben delineati e parlano con una voce propria ben riconoscibile. Tuttavia, secondo me qualche personaggio andava approfondito un po’ di più a scapito magari di altri. Clia per esempio, che secondo me era la rivale perfetta di Dubhne e il main villain ideale.

Il torneo. L’idea stessa è intrigante e l’hai trattata secondo me nel modo corretto. L’arena è un luogo spietato dove è meglio non farsi troppi amici per non piangerli quando moriranno trafitti o scannati. Cambrel, Shist e gli altri “manager” sono abbastanza credibili, anche se io avrei speso qualche capitolo in più per far emergere le loro figure di burattinai che tirano i fili dei combattenti nell’ombra.
Inoltre, come ti dissi in un’altra recensione, avrei invertito l’ordine delle semifinali, facendo scontrare Dubhne prima con Jackson e poi in finale con Clia, che come detto sopra era la sua rivale naturale (giovane, arrembante, un po’ pazzerella e psicotica q.b.).

La giovinezza di Dubhne. Secondo me questa è la parte decisamente migliore e meglio curata e, detto tra noi, ha anche antagonisti migliori della seconda. Ovvio che Clia e Jackson sono avversari letali, ma Dills e Tomson sono “veri”, nel senso che è più probabile incontrare un capo bastardo e avere a che fare con dei bulletti che ti tormentano piuttosto che non dei maniaci assassini che ti vogliono sbudellare. Dills è un antagonista che incute timore anche in chi legge, perché potrebbe succedere davvero di avere a che fare con un tipo simile. Spero che il concetto sia chiaro, non ti sto rimproverando, anzi le parti in cui compaiono quei personaggi spesso mi facevano arrovellare le budella. Ed è una cosa buona (non per le mie povere budella arrovellate ma è così :D )

Passiamo alle cose che non mi sono piaciute.

È troppo breve. Secondo me andava un po’ allungato. Non i capitoli in sé, quelli hanno la giusta lunghezza. Ne dovevano essere aggiunti altri, specialmente nella parte che precede l’arruolamento di Dubhne (il periodo che passa con i Farlow, insomma). Quel “nove anni dopo” secondo me andava evitato. Non dico che avresti dovuto descrivere tutto il periodo, ma qualche info in più non avrebbe dato fastidio. La parte con i Farlow andava approfondita, perché Dubhne ha passato più tempo con loro che con chiunque altro. E secondo me la parte in cui Archie vende Dubhne è troppo affrettata. A mio parere dovevi prenderti due o tre capitoli e mostrare la famigliola in grande difficoltà se non ridotta alla fame. Solo allora il sacrificio di Dubhne sarebbe apparso non solo necessario, ma inevitabile (anzi, avresti potuto anche rigirare la cosa e fare in modo che fosse lei stessa a “vendersi” a Shist per aiutare le persone che con tanto amore l’hanno cresciuta come una figlia nonostante fosse solo un’estranea).
Inoltre, ti avrebbe permesso di esplorare più a fondo l’ambientazione, il che ci porta al secondo punto.

L’ambientazione. Secondo me è troppo “standard”. Il torneo non basta a caratterizzare la società in cui vive Dubhne. Secondo me devi aggiungere qualcosina, magari un po’ di background ai regni e ai luoghi di cui si parla ma che non vediamo mai (e che quindi incidono poco). Immagina un Hunger Games in cui la protagonista viene catapultata nell’arena senza avere idea del perché esista uno spettacolo simile. Perderebbe metà del suo fascino. Invece sapendo che anni prima c’è stata una rivolta di un distretto e che il torneo serve a commemorare quell’evento e a reprimere ogni ulteriore ribellione, ne aumenta il fascino.
Inoltre, secondo me andrebbero mostrati molti più “retroscena” del torneo: la reazione del pubblico nell’arena è solo una parte. Potresti ispirarti al tifo sportivo o far apparire i combattenti come rockstar, ognuno col proprio seguito di fan e supporter. Potresti mostrare, se c’è, il giro di scommesse (legali o illegali) sugli incontri e come queste influiscono sul loro esito. Potresti infine mostrare la reazione dei potenti locali all’ascesa (o alla caduta) di un combattente, con fazioni che si formano attorno all’uno o all’altro e che fanno pressioni per salvare il proprio protetto o eliminare quello avversario.

Capisco che volevi mantenere la storia su certi binari e “compatta”, con pochi fronzoli, ma almeno accennare a queste cose aiuterebbe il lettore a immergersi nel mondo che hai creato, senza sentirsi solo un osservatore.

Leggere di tizi e tizie che duellano in un’arena è figo, ma leggere di tizi e tizie che duellano in un’arena e sapere che all’esterno c’è un mondo dove stanno succedendo diverse cose e che la vittoria/sconfitta potrebbe dipendere anche da questi fattori, secondo me lo è di più.

Concludendo, passiamo al voto finale che è… niente, io non do mai voti e non lo farò adesso. La storia mi è piaciuta e voglio leggere altro per vedere che cosa succede a Dubhne, chi è il ragazzo misterioso, se incontrerà di nuovo Alesha o i fratelli Farlow.

Alla prossima!

Nuovo recensore
08/04/16, ore 07:43

Voila. Eccomi qua. Cercherò di essere il più completo possibile. Partiamo dal passato: dopo un felice, o quasi, mesetto nella foresta, e dopo aver fatto i danni necessari, trova finalmente una città. E fin qua è tutto perfetto. Ho trovato lievemente forzata il fattore dell'adozione, anche se immagino sia rilevante per la storia del personaggio, e tutto sommato è accettabile, finendo, nonostante tutto, venduta come al solito(?) Poraccia. Presente: le battaglie vanno avanti senza problemi, e il tocco di Ilia tutto sommato mi è piaciuto. Ho finito, quiiindi... Bye bye :)

Recensore Veterano
12/10/13, ore 07:52

Io devo ancora accettare la morte di James T.T
Perché lui? Perché? Perché? D:
Per il resto, potevano morire tutti tranne Claris, e ovviamente, Dubhne.
Ho goduto tantissimo per la morte di Clia e Jackson, non li sopportavo per niente.
Comunque devo dirti che avevi tutto bello organizzato, eh
Complimenti :')