Storie originali > Fantasy
Segui la storia  |       
Autore: Selenite    18/09/2010    39 recensioni
Mahel è un'allegra ragazza di 16 anni, il cui nome le è stato dato dalla madre, una scrittrice di libri per ragazzi, prendendo ispirazione da un personaggio delle sue stesse storie. Nonostante Mahel odi il suo nome, si ritroverà nell'universo delle fiabe di sua madre, per aiutare il co-protagonista Lagharta alla salvezza del mondo. Sembra una storia fantasy come le altre, ma non lo è... Perchè Lagharta non è un eroe come tutti gli altri. E odia Mahel dal più profondo del suo cuore.
Ho messo rating piuttosto alto, in quanto ci sarà la presenza di alcune scene abbastanza crude. Ringrazio in anticipo per la cortesia che chiunque vorrà riservarmi nel leggere ^^
Genere: Drammatico, Fantasy, Romantico | Stato: in corso
Tipo di coppia: non specificato
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
   >>
Questa storia è tra le Storie Scelte del sito.
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
PROLOGO
Luna


Riaprì gli occhi e, per un istante, ringraziò il cielo di essere viva.
Poi ricadde nella consapevolezza di cosa fosse successo e maledì d'esserlo.
Tutto intorno a sé odorava di sangue. Dentro, sentiva come se tutte le sue forze fossero andate perdute. Non aveva più passione, desiderio né onore. Li aveva persi in battaglia.
Insieme a tutti gli altri.

Il suo corpo galleggiava sulla superficie dell'acqua. Cercò di muovere le dita delle mani, sentendo un lieve torpore. E acquisì la consapevolezza di avere ancora le braccia attaccate al corpo.
Proseguì con i piedi, che risposerò positivamente. Tutto il suo corpo rispondeva.
Provò a parlare, sperando di sentire almeno un suono.
-A...aiuto...- sussurrò flebilmente -Ragazzi...state bene...?-
La voce c'era, anche se debole e roca. Ma nessuna risposta.
Intorno a sé il silenzio.
Cercò di trattenere le lacrime, spostò il volto di lato cercando di non affondare e vide i suoi capelli aggrovigliarsi sulle braccia e sul corpo. I suoi capelli...
Con un movimento brusco, voltò il capo e cadde con il corpo sotto l'acqua, si dimenò per qualche secondo, poi si accorse che l'acqua era scesa di livello e si alzò in piedi. Le arrivava a malapena alla vita quindi poteva vedere bene intorno a sé.

Avrebbe preferito non avere la vista, non vedere nulla.
Non le piacque ciò che vide.

Era tutto distrutto. La stanza, tutto il castello, ogni cosa attorno a lei, dai mobili fino ai drappi delle finestre, finite in frantumi. L'urto era stato così tremendo da tagliare come il castello a metà.
Alzò gli occhi al cielo, la luna brillava.
Si decise ad abbassare lo sguardo per osservare le macerie coperte dall'acqua.
Dov'era Velleda? Era stata lei a richiamare gli spiriti dell'acqua, ma lei dov'era? E gli spiriti, erano scomparsi a loro volta?
-Velleda? Velleda, sei qua?- un eco sottile, che rimbalzò appena su un muro rimasto alto. Dietro riusciva a vedere ancora la catena montuosa di roccia nera. Nessuna risposta.
-Alvexia...?- si guardò attorno, mentre la chiamava, sperando di vederla. Sapeva che era accanto a lei pochi secondi prima dell'enorme esplosione, ma non la vedeva. Non vedeva nessuno.
E non sentiva niente. Solo il silenzio. Un profondo, terrificante, irritante silenzio.
-Pixel? Pixel?- ancora, la sua voce produsse un lieve eco, per poi perdersi tra le incavature della catena montuosa che circondava per un certo perimetro i resti del castello.
Nessuna risposta. E quello strano magone allo stomaco aumentò, ancora.

La luna illumanava poco quel luogo, rilucendo sull'acqua che più di quel livello non voleva scendere. Sembrava imprigionata a quel luogo.
Aveva paura.
-Lagharta...ti prego, Lagharta, rispondimi...almeno tu...ti prego...- la sua voce diventò un sussulto, poi un singhiozzo. Ed infine, lacrime -Ragazzi...non lasciatemi sola...ve ne prego, non lasciatemi sola...-
Mahel iniziò a piangere. Aveva perso ogni speranza che qualcuno fosse sopravvissuto, a parte lei. Nessuno di loro aveva risposto al suo richiamo gentile.

La luna brillava ancora. Come promettesse di vegliare su di lei.




***

Dopo quasi 2 anni di assenza, ecco che ritorno prepotentemente a scrivere, nella speranza di essere ancora capace. Il mio stile è PROFONDAMENTE cambiato, così come IO sono cambiata. Spero ardentemente che qualcuno commenti questo mio lavoro (ho bisogno disperatamente di conferme xD o almeno di critiche costruttive!) e che non si faccia problemi a dirmi quello che pensa sulla storia. Premetto che non accetto offese gratuite senza uno scopo, o critiche distruttive quali "non sei capace, sei un'incompetente, ritirati". Ormai ho una certa riluttanza a questo tipo di comportamento infantile.
Detto questo, per chi non mi conosce, sono un tipo che risponde SEMPRE a tutti i commenti in modo molto personale, analizzando il perchè ed il come di ogni singola persona. Penso sia una forma di rispetto per chi ha avuto la cortesia di aprire questo link e di leggere una mia storia ^^ quindi, già da adesso, vi RINGRAZIO calorosamente per la vostra gentilezza.
Quasi sicuramente aggiornerò una volta a settimana ^x^ un bacio a tutti!!!
  
Leggi le 39 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Fantasy / Vai alla pagina dell'autore: Selenite