Film > Frozen - Il Regno di Ghiaccio
Segui la storia  |      
Autore: reginandromeda    29/07/2021    1 recensioni
[Frozen - Il Regno di Ghiaccio]
[Frozen - Il Regno di Ghiaccio]Non sempre una Fenice rinasce dalle proprie ceneri:Jack Frost ha fallito come Guardiano,ma vuole volare ed essere libero dalle catene.
Non sempre un Drago viene addomesticato:Hiccup Horrendus Haddock III,un capo amareggiato da una sottomissione forzata,farà di tutto per proteggere il suo bene più prezioso.Sua figlia.
Non sempre un Ippogrifo rappresenta l'impossibile:Merida Dumbroch,a causa di un uomo vile,ha ceduto al matrimonio,ma dentro di lei arde una fiamma troppo potente per essere spenta solo con un soffio.
Non sempre le sirene vivono in mare:Rapunzel è fuggita dalla sua prigione e sogna macabre e vendicative conversazioni tra il leggendario Uomo Nero ed una regina,Elsa.Gli unicorni non sempre sono puri...
Ispirata a Falling Kingdoms e Game of Thrones,oltre che ai Tudors ed agli scritti di Philippa Gregory.Un Big Four/Five/Six/Eight(in seguito) AU sulla guerra in un passato storico non ben definito.La mia prima fanfic su questo fandom:dategli una possibilità,grazie
Linguaggio volgare,violenza e tematiche delicate
Genere: Guerra, Hurt/Comfort, Romantico | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het
Note: AU, Cross-over | Avvertimenti: Tematiche delicate, Triangolo
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

AVVISO!

LINGUAGGIO VOLGARE!Se volete,potreste ascoltare durante il capitolo la seguente canzone:"Mercy" di Hurts
Qui il link
Hurts - Mercy - YouTube


REGNO DI ARENDELLE

L’unicorno

Le fiamme le bruciarono gli occhi color del ghiaccio,ardendo come se in preda alla fusione più totale.
“STREGA!”
“MOSTRO!”
“MUORI PUTTANA!”
I suoi stessi sudditi le urlarono contro,sputandole in faccia,mentre lei,strattonata da quelle che un tempo erano le SUE guardie,si dirigeva verso la sua morte:il rogo,la condanna delle streghe.
Non sentiva più niente,le parle,i discorsi…
Non avvertì dolore neppure quando qualcuno le lanciò una pietra sulla fronte;si accorse di sanguinare solo quando sentì il sapore metallico del sangue in gola.
Ma a lei non importava: a dire il vero aveva paura,ma allo stesso tempo sentiva che quello era il suo castigo per il peccato di essere nata con poteri così distruttivi.
Poteri che avevano versato il sangue innocente della sua amatissima sorella,Anna.
Cacciò indietro le lacrime.
L’avevano massacrata fisicamente e mentalmente in prigione,rinfacciandole che un essere ripugnante come lei non aveva diritto di piangere.
Ormai sul patibolo la condannata attendeva la fine della sua esistenza e sofferenza,ma dal fondo della folla inferocita un urlo che squarciò il cielo le fece sgranare gli occhi,uno rosso di sangue…
Fu subito tirata violentemente per il gomito dal nuovo sovrano di Arendelle,Hans:”Cos’hai fatto?!”
L’ex regina non riuscì neppure a guardarlo,ma trovò la forza di mormorare un flebile “niente” prima di essere brutalmente schiaffeggiata,tanto da farla cadere sul terreno candido e ghiacciato.Ancora sangue, questa volta dal naso.
Vide la parte finale di un mantello e,alzando il capo,una donna incappucciata.Nonostante questo,scorse un sorriso,quasi affettuoso,nei suoi confronti quando disse:”Ho la ragazza BLACK.Possiamo andare”
“Non ancora…”Iniziò un’altra voce,appartenente a quell’essere che,con la sua polvere nera,aveva creato figure mostruose,portando i presenti ad uno stato di angoscia e puro terrore:”Voglio godermi la loro paura,vederli tremare e perdere il lume della ragione:UNO SPETTACOLO A DIR POCO SUBLIME!”
 
TERRE DESOLATE DELLA TORMENTA
Tre anni dopo

LA FENICE

Erano passati 300 anni da quando Jackson Overland era stato ingoiato dal lago ghiacciato,strappato alla vita e scampato alla morte come Jack Frost.Erano passati secoli da quando la sua sorellina era morta,circa un anno dallo scioglimento dei Guardiani e 3 da quando la sua protetta,l’unica persona al mondo ad aver ereditato i suoi poteri e che riusciva a capirlo era ormai scomparsa senza lasciare traccia.Perché lui non era riuscito a proteggerla,non ci era riuscito con nessuno…
Ora eccolo lì,con l’aspetto di un ragazzino e l’anima segnata dai rimorsi di un veterano di guerra…
Sporco e malridotto,nelle terre più povere del Nord,dove vi erano ladri,prostitute,assassini ed altri “dimenticati”.Lui era uno di questi.A causa di quel conflitto sanguinoso.
Gli incantatori l’avevano soprannominata la “guerra del potere e del sangue”,altri GUERRA NERA perché vinta da colui che si faceva chiamare Pitch Black,il suo fratellastro…Stessa madre,diverso padre…
Uno signore di tutti i regni conosciuti,l’altro un povero mendicante.
L’Uomo Nero e ormai l’ex Guardiano del Divertimento.
I Guardiani,esseri benedetti dalla Luna con poteri sovrannaturali,noti per essere un tempo,nonostante il numero ridotto,uno degli “eserciti” più potenti ed imbattibili,fino all’ascesa di Black.
Una manina prese la sua e con l’altra mise un paio di monete.Un bambino,un’altra vittima innocente di quella fottuta guerra:”Tenga signore”
“Grazie” fu la risposta.
Non volveva alzare lo sguardo,sapeva che nei suoi occhi(e di chiunque altro)avrebbe visto quelli azzurri così simili ai suoi,di quella bambina che aveva dovuto abbandonare,e poi sempre vegliato da lontano da allora,perché troppo pericolosa,così gli aveva detto Nikolai,il suo mentore.
“Jack Frost?”
Un’altra voce,quella di una guardia
Lui alzò le spalle:”Chi mi desidera?”Chiese con un sorriso amaro
“Pitch Black,a cui sono sottomesse tutte le terre conosciute…”
“Volevi dire tutte tranne Dumbroch”Fu la presa in giro di Frost
“...ha stabilito la prigione a vita per l’ultimo Guardiano”
Quel sorriso cadde:sapeva perché Black lo aveva lasciato in vita.Per una resa dei conti finale,uno contro uno…Allora perché questo assurdo cambio di programmi?
 
BERK

IL DRAGO

Hiccup aveva solo 31 anni,eppure sua moglie Astrid era morta in quell’anno,uccisa da un seguace di Black,Drago Bludvist.
Della sua famiglia non erano rimasti che Valka,sua madre,e sua figlia Zephyr,carne della sua carne e sangue del suo sangue.
Ormai rimaneva solo Dumbroch come regno da conquistare,mentre Berk era completamente sottomesso.I draghi,lo strumento di difesa più prezioso e fedeli alleati,erano impiegati come schiavi,mentre gli esseri umani erano semplici pedine da gioco su una scacchiera più grande di loro…
L’ex capo di Berk battè un pugno sul tavolo,così forte da scatenare un boato terribile:perché quel bastardo del capo clan di Dumbroch,che aveva ucciso  il grande Stoik,suo padre,non aveva perso niente?

“Papà?
”Bastò quel mormorio per calmarlo

“Figlia,non riesci a dormire?”

“Pensavi ancora a come vendicare il nonno e la mamma?”

Hiccup prese in braccio la bambina e si sedette su una sedia malandata:”Mi dispiace Zephyr,di non essere stato un padre degno…”

Cadde una lacrima,ma la bambina mise la mano sulla guancia del padre e l’asciugò prontamente.Notando questo,si ricompose,gli occhi ancora lucidi:”Ma arriverà il momento in cui la pagheranno,tutti!Anche se dovessi diventare un mostro peggiore di Drago e Fergus messi insieme per proteggere la mia famiglia ed i miei alleati lo farò.Ricorda le mie parole,Zephyr:discendiamo da una stirpe di guerrieri e non importa quante volte cadremo in battaglia!Figlia mia,io devo rialzarmi e dimostrare che il credo di mio padre non è morto!”
 
CLAN DI DUMBROCH
L’IPPOGRIFO

Era sposata da 3 giorni ed aveva il viso coperto di lividi.
Gaston le aveva ordinato di non dire nulla,altrimenti lui avrebbe infangato la reputazione di suo padre per sempre…
Anche per questo la ribelle Merida,nonostante i soli diciotto anni, aveva accettato le nozze,con grande sorpresa dei genitori e fratelli.
Avrebbero lasciato Dumbroch l’indomani.
E lei,guerriera coraggiosa,aveva voglia di vomitare…
Allo stesso tempo però sapeva che Gaston doveva morire.Avrebbe preferito non versare mai sangue,se non nella caccia munita d'arco e frecce,ma quel lupo travestito d'agnello le aveva tolto innocenza e dignità e minacciava ogni giorno l'onore di suo padre.
Gaston doveva morire,lontano da Dumbroch,lontano dalla madre,dal padre e dai fratelli.E vicinissimo a lei,prima sua vittimaq...Sarebbe diventata la sua assassina

LUOGO IGNOTO
LA SIRENA
 

Erano miglia che camminava ,i capelli lunghi e dorati non le rendevano facile correre…Era riuscita a scappare ai suoi rapitori,alla vita da schiava che avrebbero voluto farle vivere all'infinito.
Un flebile ricordo le attanagliava la mente.
Rapunzel non ne era sicura,ma nelle segrete dov’era  rinchiusa c’era un’altra persona,scomparsa tre anni prima…Svenne,faceva troppo male ricordare

Flashback

Il luogo era buio,pieno di macchie macabre.
Il silenzio era angosciante.
“Chi siete?”
Una voce femminile
“L’Uomo Nero,regina Elsa”
Rapunzel aveva sentito parlare di lui,che in quegli anni  era divenuto una leggenda sanguinaria,ma non poteva vedere nessuna delle figure,per le sbarre e la debolezza
“Non sono più una regina”l’altra voce tremava:”Perché non mi avete lasciato morire?Sarei stata finalmente…”
“Libera?”Pitch Black rise di gusto:”Piccola,ingenua Elsa,sembri proprio una bambina.Si crede che il Mostro viva sotto il letto,ma esso è dentro di noi:non possiamo scappare da noi stessi!Tu lo capisci meglio di chiunque altro,vero?21 anni di solitrudine in sottomissione ai propri demoni…”
“Zitto!”
Poi uno scoppio dal rumore simile ad un cristallo frantumato,seguito da una risata ed altre parole. Rapunzel comprese ben poco,poiché svenne.Ma la discussione era solo all’inizio.E questo inizio era una morte e rinascita allo stesso tempo per quella prigionera sola e piena di rimpianti

TRE ANNI PRIMA della fuga di Rapunzel

SEGRETE DEL REGNO KOZMOVITZ

L'UNICORNO
Pitch Black sorrise,superando le stalagmiti gelide e minacciose,per poi afferrare la ragazza per il mento:”Perché non hai usato questo potere prima?Avevi paura che il tuo popolo ti giudicasse?Se vuoi tanto morire,perchè te la prendi per le parole di un perfetto sconosciuto?Sei trasparente come il vetro.Anzi no:come il ghiaccio!”Rise senza umorismo:”Puoi fingere di non provare nulla,ma tu egoisticamente vuoi vivere per far capire al mondo che meriti di esistere!”
“No!Non lo merito!Ho ucciso…Mia sorella è morta per colpa mia!”
“Sbagliato!”La guardò come un maestro che sa che l’allievo ha fatto un errore per paura e non per mancanza di studio:”Quel principe,Hans delle Isole del Sud,ti ha ingannata!”
“Cosa…Cosa intendi,Uomo Nero?”
Stranamente quelle parole la fecero sentire al sicuro,forse perché lui era il primo a guardarla con occhi ammrati,forse tinti di malinconia.
“Chiamami pure Pitch,è uno dei miei tanti nomi…”Rispose,mettendo entrambe le mani nere sulle guance e guardandola dritto negli occhi.Le fronti cozzavano,seguite dal dolore.
Per un attimo gli occhi di Elsa divennero dorati,poi normali ed infine come un mare in tempesta.Lei respirava a fatica,ma Pitch non mollò la presa:”Allora,Regina dei Ghiacci,mi aiuterai?In cambio,potrai vendicarti di tutti coloro che hanno vissuto la loro vita solo per rovinare la tua!”

angolo autore:
salve,sono reginandromeda e questo è il chappy O,spero vi piaccia.
Voglio chiarire alcune cose:la terra è divisa in regni,ma tutti (tranne Dumbroch) sono sottomessi a Pitch Black.Il luogo dove si trova Jack è una sorta di "discarica" dei relitti della società.
Come potete aver notato,si tratta di un'atmosfera dark senza eroi gioiosi e gloriosi,ma pieni di cicatrici.Manterrò questa caratteristica cercando di non sprofondare nell'OOC per nessuno di loro.
Gli eroi saranno i Big Four (Jack,Hiccup,Rapunzel,Merida),ma altri personaggi avranno un ruolo importante (soprattutto Elsa,alleata o non di Pitch e Flynn Ryder/Eugene Fitzerberth).

I personaggi sono associati a figure mitologiche,perchè mi piaceva troppo l'idea.Per le ship,sappiate che,come in GOT e KF,non sarà mai certo fino alla fine chi finirà con chi.Mi piacciono tutte le ship del fandom e voglio divertirmi ad esplorare i rapporti di tutti i personaggi,amorosi e non.Perciò si può dire che ogni ship potrebbe divenire realtà,perciò non fatevi ingannare dalle prime connessioni che vi saranno.
Vorrei la vostra opinione.ALLA PROSSIMA!
   
 
Leggi le 1 recensioni
Segui la storia  |       |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Torna indietro / Vai alla categoria: Film > Frozen - Il Regno di Ghiaccio / Vai alla pagina dell'autore: reginandromeda