Storie originali > Introspettivo
Segui la storia  |       
Autore: ClostridiumDiff2020    01/01/2021    2 recensioni
Questa Storia Partecipa alla 365 Writing Days Challenge 2021
365 finestre...
365 storie, una raccolta di racconti, una raccolta di vite.
Ogni giorno, partendo da una parola, si aprirà una porta verso qualcosa, verso qualcuno...
Genere: Angst, Hurt/Comfort, Introspettivo | Stato: in corso
Tipo di coppia: Slash
Note: nessuna | Avvertimenti: nessuno
Capitoli:
   >>
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A

1 - La finestra sempre aperta




Piove in abbondanza, lo intravedi dallo spiraglio sempre aperto della tua finestra.
Il rumore della pioggia è la sola cosa che riesci ad udire, echeggia nella piazza sgombra.
Lui ti osserva con il suo inflessibile sguardo, i suoi grigi occhi sono persi nel vuoto, ma tu sai… Sai che sono rivolti a te, malgrado non siano in grado di vederti ormai da tempo.
Da secoli lo osservi, da quel giorno, quando da quella stessa finestra di disse addio.
Non a parole, non una lettera, solo un breve fugace cenno con la mano, uno sguardo triste prima di voltarsi e cavalcare a passo svelto verso l’altare.
Non aveva scelta, così aveva detto, la sua strada era stata tracciata prima ancora che nascesse. Doveva sposarsi, prendere lo scettro del comando e donare degli eredi alla sua antica dinastia. Almeno ha avuto il garbo di non pretendere che tu accettassi di restare nell’ombra, di essere il suo svago segreto, nascosto come uno spettro. Come lo spettro che di fatto sei diventato, deperendo giorno dopo giorno, osservando da quella finestra quella piazza, rammentando quell’addio.
Non ricordi quando ti sei addormentato per l’ultima volta, ricordi il tuo risveglio in quella fredda silenziosa stanza. Il rumore della vita ti scivolava di dosso, chiuso nel tuo spazio tra la vita che hai abbandonato e la morte che non hai mai davvero accettato.
Sei rimasto solo, fissando lo spazio vuoto in quella piazza.
Sei rimasto solo finché una mattina, nel tempo di un battito di ciglia è apparsa quella statua.
Lui ti osservava di nuovo, e finalmente, anche se nella morte eravate assieme.
Dalla tua finestra sempre aperta osservi i suoi duri lineamenti, lo senti vicino e nessuno potrà mai più spezzare quel sottile impalpabile legame.
Se lo faranno dovranno subire la vostra furia. La tua finestra non si chiuderà mai e quegli occhi di pietra non si allontaneranno mai più da te.





Day 01 #365writingchallenge propmt ABBONDANZA
   
 
Leggi le 2 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
   >>
Torna indietro / Vai alla categoria: Storie originali > Introspettivo / Vai alla pagina dell'autore: ClostridiumDiff2020