Serie TV > Doctor Who
Segui la storia  |       
Autore: Hannah1987    31/10/2022    1 recensioni
Provate ad immaginare: è un giorno come tanti altri, quando all'improvviso vedete con i vostri occhi davanti al giardino di casa una cabina blu della polizia ed un uomo affascinante chiamato Il Dottore... come reagireste? Questa è la mia storia, una comune ragazza di Brooklyn che rincontra il Dottore dopo sei anni, ma non sa ancora che viaggiando nel Tempo e nello Spazio ... Scoprirà di essere un'altra persona, che mai nessuno si sarebbe aspettato .
Genere: Avventura, Romantico, Science-fiction | Stato: in corso
Tipo di coppia: Het | Personaggi: Cybermen, Dalek, Doctor - 11, Nuovo personaggio
Note: AU, OOC, Otherverse | Avvertimenti: Contenuti forti, PWP, Tematiche delicate
Capitoli:
 <<  
Per recensire esegui il login o registrati.
Dimensione del testo A A A
Capitolo XXXVI
Il Risveglio del Dottore
 
P.O.V. Selene
Dopo aver utilizzato l'elisir dei cuori spezzati sul Dottore; sia io che il Signor Mott aspettavamo con ansia e preoccupazione  il suo risveglio nella speranza  che egli migliorasse ma la sua guarigione tardava ad arrivare eppure,  era già passato un  mese da  allora ma  dal Dottore nessun segno di vita.  Cominciavamo a perdere la speranza  e temere il peggio.
“Forza Dottore; resisti che l’intero Universo ha bisogno di te.” Dissi io con le  lacrime agl’occhi mentre Wilfred  Mott soffriva in silenzio e per consolarmi diceva: “Stia tranquilla signorina Selene; sono sicuro che Il Dottore si sveglierà  e riuscirà a salvarsi.” Concluse con tono ottimista mentre piangeva e soffriva  in silenzio e rivolgendo il suo sguardo addolorato  verso  il  Dottore aggiunse delle parole dicendo:
“Dottore amico mio, ritorna presto da noi che la tua  famiglia ha bisogno di te.”


P.O.V. Dottore
Ormai era passato un mese  da  quando sono entrato in coma. Volevo a tutti costi riuscire a svegliarmi e gridare  all’ intero universo che  ero vivo e   che stavo bene; ma la forza di reagire e  di combattere ogni giorno fra la Vita e  la  Morte diventava sempre più difficile. Avevo deciso di arrendermi per  andare incontro al mio fatale destino; almeno se non potevo più ricongiungermi con la mia  famiglia  in vita  mi  sarei ricongiunto con loro nella morte e proprio quando tutto  era andato perso per sempre …  una voce a  me molto famigliare mi chiamava dicendo: “Papà Perché sei qui; non è ancora giunto il tuo momento.”
“Jasmine sei tu? Sei venuta a prendermi? Sono morto e non  sono riuscito a rigenerarmi?” mi chiesi fra me e me  mentre viaggiavo con la mia mente durante il mio coma senza sapere dove fossi ne dove stessi andando.
“Si papà sono io e non sono morta; anzi sono ancora viva.”mi disse lei mentre io ero incapace di reagire a quelle parole. Com’era possibile che mia  figlia Jasmine fosse viva? Era impossibile. Spensi per un’ attimo le mie reazioni involontarie ed iniziai a ragionare sull’ accaduto e ponendo le domande giuste avrei trovato  tutte le mie risposte.
“Viva?! No, non può essere. Tu sei morta Jasmine; ti ho vista morire.”dissi io con stupore mentre lei mi ripeteva la  stessa  frase: “Svegliati Papà! Non è giunto il tuo momento. L’ intero Universo ha bisogno di te e poi devi salvare la tua famiglia; soprattutto me.”
 “Come posso riuscirci se non so nemmeno dove ti trovi?” incalzai io mentre cercavo delle risposte utili che mi avrebbero aiutato a risolvere la situazione.
“Trova il mio corpo e portalo in un posto sicuro e fa in modo che io sia completa...”
“Completa?! Non capisco!!!”
“L’orologio dell’ eternità è  la risposta. Ritrovalo al più presto prima che sia tardi. Salvami Papà e cambia il mio destino.” Mi disse mia figlia poco prima di scomparire; all’ improvviso un forte dolore pervase il mio corpo immobile e  non capivo che cosa  mi stesse accadendo: ogni muscolo del mio corpo ed ogni singolo osso che lo componeva si contorse e quel dolore che provavo s’intensificava sempre di più da diventare ingestibile da farmi urlare forte.
 

P.O.V. Wilfred
 Sentivo  e  vedevo  il Dottore che si contorceva  dal dolore incapace di reagire.
“Selene che cosa gli sta succedendo? Perché  sta soffrendo cosi tanto? “ chiesi io spaventato e allo stesso tempo  stupito mentre  la  giovane donna in rosso era nel panico  più totale  che diceva : “Non  ne ho  la più pallida idea.”
Il Dottore continuava ad urlare e diceva: “Aha!! Che cosa mi succede e  perché  il dolore  che sento è così  forte? Aha! Non credo che lo sopporterò tanto a lungo; mi ucciderà!”
“Che cosa gli ha fatto signorina Selene?” chiesi io furioso mentre facevo pressione sulla giovane  donna aliena  nell’ attesa di avere delle risposte in tempi brevi. Quando entrambi comprendemmo la situazione e ci calmammo, la giovane donna in rosso mi disse: “ Dev’essere l’effetto dell’ elisir dei cuori spezzati che ha accelerato il processo di guarigione; sfruttando l’ abilità della Rigenerazione dei Signori del Tempo. A  quanto pare sta funzionando.”
“Speriamo bene.” Intervenni io tranquilizzandomi.  Nel frattempo il dolore aumentava e il Dottore continuava  ad urlare fino  al completamento della sua guarigione e quando smise di urlare allora capii che lui aveva vinto la sua battaglia; aveva deciso di sconfiggere la  Morte scegliendo la  Vita salvandosi ed una volta che si era stabilizzato,  lo abbracciai forte e dissi :” Ce l’hai fatta Dottore! Bentornato fra noi.” Conclusi io felice del fatto che il  Dottore era sopravvissuto e stava bene.
 
 
P.O.V. Dottore
 Il Dolore che sentivo era davvero lancinante ed  ero sicuro che mi avrebbe ucciso; non lo avevo mai provato prima e l’ultima cosa che ricordo era il volto di una donna aliena vestita di rosso che mi stringeva forte la mano per tranquillizzarmi. Non conoscevo il suo nome ma una cosa è certa; mi aveva salvato la vita ed io le sarò grato per sempre. Nella stanza oltre  alla donna  vestita in  rosso avevo notato il mio caro e fedele amico Wilfred Mott che mi era stato vicino fino alla mia completa guarigione; piangeva dalla gioia e stringendomi forte fra le sue braccia mi disse: “Dottore che bello rivederti.  Ci sei mancato così tanto. Vieni qui e fatti abbracciare.” Concluse lui emozionato mentre io lo abbracciavo a mia volta contento di vederlo e felice di essere vivo.
 

P.O.V. River
Finalmente dopo tanti sforzi e  molte ricerche approfondite, eravamo riusciti a trovare  l’ Antica Chiesa Ortodossa di  Santa Parascheva : la sua portentosa struttura era in stile barocco dall’Ingresso fino all’ Altare ed era  davvero bellissima che io  ne rimasi incantata. La cosa più difficile da fare adesso era quella di ritrovare il Sacro Pugnale Del Destino e dei suoi Custodi persi nel tempo. Una volta entrati al suo interno iniziammo la nostra ricerca ma non la riuscimmo a trovare da nessuna parte fino a quando  non notammo che la  nuova arrivata  Helena si avvicinò  nei pressi della statua della Santa a cui le era stato dedicato il santuario in questione. Ella iniziò a parlare  un’ antica lingua a noi sconosciuta dopodiché si avvicinò sia a me che  a  Donna Noble dicendo:” Seguitemi e troverete le risposte che cercate...”
 


P.O.V. Pearl  
 Nel frattempo su Vertigo 5, i giorni passavano veloci come le ore ed io mi dimenavo di continuo perché il mio lato oscuro ogni  giorno diventava sempre più forte quasi incontrollabile . Ormai era troppo tardi e ogni mia speranza era perduta per sempre poi in un giorno di settembre; una voce a me molto familiare mi aveva contattato telepaticamente e chiamava il mio nome dicendo:
“Pearl amore mio come stai? Sono io; sono il Dottore. Mi senti?!” Non potevo crederci era lui; il mio uomo,il mio amato che aveva rischiato la sua vita per salvare me e sentire la sua  voce calda dopo tanto tempo; i miei due cuori erano colmi di gioia mentre i miei occhi piansero dalla felicità.
“Dottore che bello sentirti; pensavo che mi avessi abbandonata al mio crudele destino.”
Il Dottore ascoltando le mie parole s’insospettì e disse:
“Quale crudele destino Pearl?! Non  capisco; spiegami!”
Era giunto il momento che Il Dottore doveva sapere la verità e di quello che L’Alchimista ci aveva fatto.
“Dottore ascoltami con molta attenzione: L’Alchimista  è vivo e ci ha ingannati;  mi ha maledetto e mi ha fatto del male. Ti  prego Dottore salvami e promettimi che qualunque cosa accada tu mi ucciderai.” Il mio amato  Dottore sentendo quelle parole forti uscire dalla mia bocca, gli s’incupì il volto e la sua reazione a quelle parole fu davvero molto forte che mi disse : “Ucciderti? No Pearl; non posso farlo!!”
“Devi farlo invece; è l’unico modo che hai  per salvarmi altrimenti sarò io ad uccidere te e non voglio farlo! "esclamai io adirata e triste allo stesso tempo.
“No, Pearl non può finire in questo modo! Troveremo un altro modo per salvarti lo giuro!” insistette lui adirato.
“Non esiste altro modo Dottore mi dispiace. Dovrai uccidermi per salvarmi e spezzare la maledizione che Scorpio mi ha fatto ed è l’unico modo per sconfiggerlo per sempre. Se non lo farai l’intero Universo verrà distrutto e regnerà il caos.” Dissi io concludendo la conversazione telepatica con Il Dottore in modo tale che l’Alchimista  non l’avrebbe mai scoperto.
 
P.O.V. Dottore
Non potevo crederci. Scorpio  mi aveva tradito infrangendo la parola data e quello che aveva fatto a Pearl mi faceva ribrezzo.
“Che tu sia maledetto Scorpio! Giurò solennemente che ti ucciderò senza esitare; farò il tuo corpo in mille pezzi e ne brucerò  i resti. È  una promessa!!” dissi io con tono arrabbiato e allo stesso tempo disgustato e Wilfred Mott sentendo quelle forti parole uscire dalla mia bocca si spaventò e con tono preoccupato mi chiese : “Che cosa succede Dottore?Chi è Scorpio?”
“Una carogna! Ha rapito la mia amata Time Lady e gli ha fatto del male e merita di morire di una morte lenta e dolorosa.” Dissi io con rabbia mentre i miei due cuori soffrivano in  silenzio; dovevo scegliere chi e che cosa salvare se la mia vita oppure il mio amore ma per il momento avevo altro a cui pensare: ritrovare l’orologio dell’ eternità di mia figlia Jasmine e riportarla indietro con un unico scopo : quello di fare in modo che lei compi il suo destino e rinascere come Signore del Tempo come era stato scritto.
 
   
 
Leggi le 1 recensioni
Segui la storia  |        |  Torna su
Cosa pensi della storia?
Per recensire esegui il login oppure registrati.
Capitoli:
 <<  
Torna indietro / Vai alla categoria: Serie TV > Doctor Who / Vai alla pagina dell'autore: Hannah1987